Droga, in manette “Giovannone” del clan Casamonica

In un'altra operazione contro lo spaccio, fermato anche un giovane pusher della Costa d'Avorio

0
1479

Due arresti per spaccio di sostanze stupefacenti effettuati in due distinte operazioni nelle ultime ore dalla Polizia di Stato.

IL PRIMO ARRESTO – La prima persona ad essere stata individuata è un appartenente alla famiglia Casamonica. Si tratta di un 32enne – già noto alle Forze dell’Ordine con il soprannome di Giovannone – l’uomo è stato fermato per un controllo in via Salvatore Barzilai (in zona Romanina).

L’insofferenza e il nervosismo dimostrati nei confronti degli agenti ha indotto quest’ultimi ad approfondire gli accertamenti; indosso aveva oltre 300 euro in contanti dei quali non sapeva giustificarne il possesso.

Perquisendo anche la sua abitazione, poco distante, i poliziotti hanno trovato – nascosti nella sua camera da letto – oltre 50 grammi di marijuana suddivisa in 36 confezioni, oltre ad altri 7 piccoli involucri contenenti cocaina. D.S.G., queste le sue iniziali, dopo essere stato accompagnato negli uffici di Polizia, è stato arrestato.

IL SECONDO ARRESTO – Il secondo spacciatore è stato invece individuato nell’ambito dei controlli effettuati nel Parco di Colle Oppio. Qui, anche con l’ausilio dell’unità cinofila della Questura, gli agenti del Commissariato Esquilino hanno passato al setaccio tutto lo spazio del Parco sorprendendo un giovane nell’atto di vendere la sostanza stupefacente.

Fermato, alla vista della Polizia ha cercato di disfarsi di alcuni involucri, poi verificato contenere marijuana; indosso aveva oltre 600 euro in contanti, probabile provento dell’illecita attività.

Identificato per C.B., 21enne della Costa d’Avorio, anche per lui sono scattate le manette per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

[form_mailup5q] newsletter generale

È SUCCESSO OGGI...