Guidonia Montecelio, arriva l’ordinanza anti degrado: divieto di stazionamento per caravan e furgoni dalla sorgente, dal Pip e dalle scuole

0
378

Pubblicata oggi l’ordinanza antidegrado del Sindaco Michel Barbet con cui scatta il divieto assoluto di sosta e stazionamento per caravan e furgoni, utilizzati spesso come dimora da nomadi in alcune zone della  nostra Città come:

–  Le aree di sosta antistanti gli Istituti Scolastici E. Majorana ed
Alessandro Volta

–  L’area residenziale “La sorgente” – Via delle Gerbere, Via delle
Calle, Largo della Sorgente, Via dei Germogli

– Le aree di sosta della zona commerciale Planet – Via Trilussa, Via
Antonio De Curtis, Via Vittorio De Sica

– L’area industriale (PIP 1 e PIP 2) – Via L. Einaudi, Via U. Agnelli,
Via Enzo Ferrari, Via Olivetti, Via G. Augusta, Via A. Maserati, Via
Ferruccio Lamborghini, Largo Antonio Cavalier Ducati, Via Camillo
Olivetti, Via Enrico Forlanini, Via Barsanti e Via Pontecorvo.

Si tratta di un’ordinanza contingibile e urgente per il divieto assoluto di stazionamento nelle vie interessate da qualche anno dal fenomeno ben noto, ovvero quello dell’occupazione e degli accampamenti da parte di famiglie appartenenti ad etnia “camminanti”. Ora con l’ordinanza sarà vietato qualsiasi tipo di stazionamento, anche occasionale, che comporterà, in assenza del proprietario, il sequestro del veicolo e l’allontanamento dalle aree sopraindicate con decorrenza immediata. L’ordinanza è stata trasmessa, oltre che alla Polizia Municipale di Guidonia Montecelio, anche a Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza che sono tenuti a coadiuvare la Polizia locale nel  rispetto dell’ordinanza stessa.

“Un provvedimento che si è reso necessario- spiega il Sindaco Michel Barbet- per ribadire con forza che su determinati comportamenti questa Giunta non fa sconti. La mancanza di aree pubbliche attrezzate per il campeggio o il pernottamento costituisce pregiudizio al permanere delle condizioni igienico-sanitarie di legge e, in particolare, per l’impossibilità di disporre di servizi essenziali quali l’acqua, per l’impossibilità di conferire i rifiuti urbani al servizio pubblico, per l’impossibilità ancora di smaltire i residui delle evacuazioni fisiologiche, per l’impossibilità di allontanare i reflui fognari, per la presenza di animali o insetti portatori di malattie e per tutte quelle azioni che hanno come conseguenze pericoli igienico-sanitari”.

Una situazione gravosa sia per chi sosta illegalmente, che per la cittadinanza. “ La salute pubblica- continua il Primo Cittadino- viene compromessa, non solo per chi sosta impropriamente, ma anche per i cittadini che risiedono o transitano nelle vicinanze. La presenza dei camminanti, inoltre, compromette la normale circolazione dei veicoli e dei pedoni causando disagi e pericoli”.
Un’ordinanza che va nella giusta direzione anche per il Vice Sindaco ed Assessore alla legalità Davide Russo. “E’ un altro importante colpo all’illegalità- commenta Russo- con l’ordinanza si intende rispondere alle sempre più frequenti segnalazioni da parte dei cittadini che denunciano la pratica diffusa da parte delle persone dedite al nomadismo di abbandonare rifiuti e depositare escrementi per strada, compromettendo la situazione igienico-sanitaria. Tutelare la salute dei cittadini è una priorità che non va assolutamente trascurata e questa ordinanza va nella giusta direzione”.

È SUCCESSO OGGI...

Allevamenti ovini abusivi e macellazione clandestina: la protesta e le denunce inascoltate

Da circa un anno il nostro giornale si sta occupando degli allevamenti ovini urbani abusivi in cui si pratica la macellazione clandestina, (reato penale ) maltrattamento di animali occupazione abusiva del terreno, costruzione abusiva...