Addio a Nadia Toffa. Il malore, il ricovero e gli ultimi giorni

0
1057

Nadia Toffa, la conduttrice tv morta oggi per un tumore, si era sentita male il 2 dicembre 2017 a Trieste attorno alle 13.45, mentre si trovava nella hall dell’hotel Victoria a Trieste. I soccorsi erano stati immediati e la conduttrice delle ‘Iene’ era stata ricoverata in Terapia intensiva dell’ospedale di Cattinara, dove le sue condizioni erano apparse subito gravi. Nella tarda serata era scattato poi il trasporto con elisoccorso all’ospedale San Raffaele di Milano.
Erano stati i dipendenti dell’hotel ad allertare subito i soccorsi attraverso il numero unico di emergenza. Nel giro di pochissimi minuti un’auto medicalizzata e un’ambulanza erano giunte sul posto. La conduttrice – scriveva Il Piccolo di Trieste – era stata trovata dai sanitari priva di coscienza e in condizioni gravi, ed era stata trasportata in estrema emergenza al nosocomio triestino, dove era scattato il ricovero in Terapia intensiva. Il primo bollettino medico diramato dall’AsuiTs parlava di prognosi riservata per patologia cerebrale in fase di definizione.
Nella tarda serata il trasferimento all’ospedale San Raffaele di Milano, con l’elisoccorso del nosocomio milanese.
Il secondo bollettino medico dell’AsuiTs, diffuso in tarda serata, aveva dato conto dell’avvenuto trasferimento, e definito le condizioni della conduttrice televisiva ‘stazionarie’, seppur ancora gravi. La notizia del malore della ‘Iena’ aveva fatto immediatamente il giro dei social, innescando migliaia e migliaia di messaggi di auguri di buona guarigione. Tra i primi ad arrivare anche il post dei colleghi delle Iene, che avevano lasciato questo messaggio su Facebook dopo la notizia del malore che ha colpito la conduttrice: “La nostra Nadia non e’ stata bene. Ci stiamo tutti prendendo cura di lei. Vi terremo informati”.

È SUCCESSO OGGI...