Governo Conte bis, ecco chi sono tutti i ministri

0
345

Ormai è fatta e indietro non si torna. Forse. Dopo la presentazione della nuova squadra di governo, sono arrivati primi commenti sulla lista dei ministri. Salvini ha attaccato alcuni componenti della squadra di Conte e Renzi gli ha lanciato un duro contrattacco.

L’agenda di Giuseppe Conte prevede alle ore 10 di giovedì 5 settembre il giuramento del governo e subito dopo il primo consiglio dei ministri. Lunedì Conte sarà alla Camera per chiedere la fiducia.

Matteo Salvini, in diretta Facebook, ha lanciato un duro attacco: “Paola De Micheli alle Infrastrutture e Trasporti. Ha fatto tanto bene come commissario alla ricostruzione delle aree colpite dal terremoto… Promuoviamola”.

“Al Viminale hanno messo un tecnico”, ha continuato Salvini, “non hanno voluto nemmeno metterci la faccia. Io sono a disposizione del nuovo ministro per dare qualche consiglio, ma se dovessi vedere che i porti si riaprono faremo una battaglia in Parlamento e nelle piazze. E tutti i sindaci della Lega diranno no”.

Nicola Zingaretti ha parlato Sulla durata del Governo fino a fine legislatura “penso che il PD sarà unito. Una delle grandi novità di questi trenta giorni di agosto è che il Partito Democratico ha fatto delle scelte incredibilmente nuove, ma le ha fatte insieme, uniti e convinti. Ha votato negli organismi dirigenti all’unanimità ed è arrivato a questa sfida di Governo unito. È stato un po’ faticoso, pero’ tutti hanno dato il giusto contributo. Questo è un grande contributo non solo per il PD ma per l’Italia, perché offriamo nuovamente al Paese una grande forza per voltare pagina”.

Anche l’amministrazione Trump ha salutato la nascita del nuovo esecutivo guidato da Giuseppe Conte. “Abbiamo fiducia nelle forti istituzioni democratiche dell’Italia e non vediamo l’ora di continuare la nostra stretta cooperazione con il nuovo governo italiano”, ha affermato in una nota all’ANSA un portavoce del Dipartimento di Stato americano. “L’Italia è un partner transatlantico solido e dinamico, sia come alleato della Nato sia come membro del G7”, ha aggiunto quindi il portavoce.

Matteo Renzi su Facebook ha lanciato un attacco a Salvini: “Un mese fa il Ministro dell’Interno Salvini chiedeva “pieni poteri” per andare a elezioni, da solo, contro tutti. La sua richiesta veniva formalizzata in comizi in mezzo alla spiaggia tra qualche cubista e molti mojiti, senza alcun riguardo alle prerogative costituzionali del Presidente della Repubblica e delle altre Istituzioni. Mentre Salvini esprimeva questi raffinati concetti, il suo consigliere economico Borghi ipotizzava l’uscita dall’Euro, il suo collaboratore Savoini chiedeva tangenti sul petrolio russo, i suoi post sui social educavano all’odio e alla violenza verbale soprattutto contro persone dal colore della pelle diverso. Donne e uomini fuggiti dalla fame e dalla guerra venivano trattenuti in condizioni disumane in mare, contro ogni legge internazionale. L’Europa era considerata il nemico numero uno da abbattere e i Paesi storicamente amici dell’Italia erano gli obiettivi di stucchevoli polemiche quotidiane. Nel giro di un mese, grazie al contributo di tanti, questo fenomeno noto come populismo, sovranismo, salvinismo adesso ha un altro nome: si chiama passato. Lavoriamo perché non torni piu'”.

È SUCCESSO OGGI...