Roma, maxi sequestro da 14 milioni a coppia di fratelli imprenditori

0
331

Hanno creato sulla carta imprese nel Regno Unito e in Svizzera per simulare la cessione di quote di due societa’ nazionali per svuotare il patrimonio di un’azienda destinata al fallimento, con grave danno ai creditori e all’Erario, e continuare a operare, ripuliti dai debiti, nel settore del commercio all’ingrosso della carta e di materiali ferrosi. E’ questo il sistema di frode scoperto dai militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Roma che hanno sequestrato beni per un valore di oltre 14 milioni di euro riconducibili ai fratelli Luigi e Fabrizio Funaro, indagati per bancarotta per aver causato il dissesto della “C&P Holding Srl”, dichiarata fallita nel 2018. Il sequestro riguarda due aziende operanti nel settore della carta e del ferro, sei immobili e un terreno tra Roma, Firenze e Vicenza.

È SUCCESSO OGGI...