Caso Cucchi, al via la requisitoria. Le agghiaccianti sequenze del pestaggio

0
448

Un “pestaggio violento”, cominciato con uno schiaffo in pieno volto, seguito da un forte calcio con la punta del piede da parte di uno dei carabinieri all’altezza dell’ano. E poi una spinta che provoco’ una rovinosa caduta a terra, che a sua volta determino’ la frattura delle vertebre L3 e S4. E, alla fine, un calcio in faccia. Cosi’ Stefano Cucchi – lo ha ricostruito il pm Giovanni Musaro’ nel corso della sua requisitoria – fu picchiato nella caserma dei carabinieri della stazione Appia poco dopo essersi opposto al fotosegnalamento.
Quanto avvenne in quella occasione era stato gia’ illustrato dal pm nell’udienza dell’aprile scorso.

È SUCCESSO OGGI...