Caso Orlandi, depone superteste probabile telefonista del sequestro

0
109

Ritorna il caso di Emanuela Orlandi, la giovane figlia del messo pontificio scomparsa il 22 giugno 1983. A rendere note le dichiarazioni scottanti di quello che sembrerebbe essere stato uno dei sequestratori è il Corriere della Sera. Il superteste, dopo aver fatto ritrovare alla trasmissione “Chi l’ha visto?” il flauto appartenuto alla “ragazza con la fascetta”, ha cominciato a deporre davanti al procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e al pm Simona Maisto aprendo nuovi scenari su uno dei maggiori gialli della storia italiana.

Il testimone afferma di essere stato «uno dei principali telefonisti» del sequestro di Emanuela e di aver partecipato alla scomparsa della quindicenne da corso Rinascimento su una Bmw «su cui c’era De Pedis». Dichiarazioni sulle quali gli inquirenti si mantengono cauti e che tirano in ballo anche Mirella Gregori, scomparsa un mese e mezzo prima di Emanuela Orlandi.

Deposizioni che avvengono a 30 anni dal misterioso sequestro grazie al «nuovo clima in Vaticano – scrive sempre il Corriere della Sera – dopo l’avvento di papa Francesco e nel fatto che altri, “soprattutto le ragazze coinvolte in quello che è stato un sequestro-bluff”, seguano il suo esempio». Le sparizioni andrebbero collegate all’attentato di San Pietro «quando i servizi segreti dissero ad Agca che se avesse collaborato avrebbe avuto la grazia sia del Papa che del presidente della Repubblica».

Il telefonista avrebbe incontrato «moltissime volte Emanuela, che restò a Roma fino al dicembre del 1983». Un intreccio di lobby e servizi segreti vicini al Vaticano e alla situazione degli ex paesi comunisti nell’ambito di presunti contrasti tra opposte fazioni vaticane. Il superteste racconta di come i sequestri di Emanuela e Mirella avessero l’obiettivo di condizionare la Curia. Poi spiega come si arrivò al sequestro, anche se “per entrambe all’inizio fu allontanamento volontario, in quanto creammo una trama di amiche con cui si allontanarono».

Così mentre per la Orlandi avrebbe collaborato «una compagna di scuola, che salì con lei su un’auto assieme a un finto prete, con la Gregori successe l’imprevisto: si innamorò di un nostro operatore, andò all’estero e tornò una sola volta a Roma, nel 1994, per incontrare sua madre in un caravan in corso d’Italia».
Il testimone afferma che Emanuela Orlandi «non subì violenze, visse in due appartamenti e in due camper, le procurammo un pianoforte e la rassicuravamo dicendole che la famiglia era al corrente». Una situazione che si sarebbe protratta sino al dicembre 1983, quando, sempre secondo le dichiarazioni del testimone riportate dal Corriere «il gruppo la trasferì all’estero, nei sobborghi di Parigi» e «dove potrebbe essere ancora viva».

È SUCCESSO OGGI...

Roma, ruba nell’appartamento “sbagliato”: nei guai 44enne

Dopo un lungo e faticoso lavoro per smurare una grata, un 44enne di origini moldave, si è reso conto di aver sbagliato appartamento. Il moldavo però non si è perso d’animo e, pur non...

Orrore a Roma, trovate le gambe di una donna dentro un cassonetto

Orrore a Roma. Dentro un cassonetto per l'immondizia, in viale Maresciallo Pilsudski di fronte al Galoppatoio, sono state trovate due gambe apparentemente di una donna, tagliate all'altezza dell'inguine. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Scientifica...

Banconote false, arrestati due spacciatori di euro contraffatti

La coppia è stata fermata dai carabinieri di Ronciglione, in Via Tor Tre Teste a Roma, al termine di una complessa indagine. I fermati sono stati trovati in possesso di circa 4.000 euro di...

Ostia, ladro si getta nel mare. Poi l’intervento della polizia

E’ successo sul litorale di Ostia. Ha rubato una bicicletta ad un pescatore e poi è scappato. Il ladro, inseguito dal proprietario, ormai senza via di uscita, in prossimità di un pontile, ha lasciato la bicicletta...

Letture e suoni dedicati a Pio VI nell’evento serale di sabato 19 agosto al...

Un serata all’insegna dell’arte recitativa e musicale quella che si appresta a vivere il pubblico del Museo di Roma Palazzo Braschi. Grazie alla collaborazione con il Teatro di Roma, sabato 19 agosto, in occasione...