Italia divisa in due: maltempo al centro e al nord, estate al sud

0
118
 

“Tre perturbazioni in quattro giorni e per il Centro Nord sarà ancora maltempo. Al Sud caldo estivo”. A dirlo in una nota il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera. Al Nord pioverà a dirotto, ma al Sud le temperature saranno estive. La prima perturbazione transiterà tra oggi e domani; la seconda arriverà venerdì. Una terza è attesa sabato ma sarà limitata alle regioni settentrionali, fenomeni meno probabili su Venezie ed Emilia Romagna.

Piogge molto intense si prevedono in particolare su Alpi e Prealpi di Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli ma anche Liguria con accumuli fino a 100 mm in 24 ore. Acquazzoni e temporali pure al Centro in particolare sui versanti tirrenici ed in Sardegna. Pioverà di più sull'alta Toscana. Al Sud variabilità con fenomeni più irregolari. Qui soffierà lo Scirocco e le temperature saranno sopra le medie di 4/5 gradi. Punte di 26/28 gradi si attendono su Sicilia, Calabria, Lucania e foggiano. Non si escludono picchi di 30 gradi sui settori tirrenici siculi.

Clima più fresco al Nord con massime comprese tra 15 e 20 gradi. “Si tratta di un peggioramento inusuale per metà maggio, più consono all'autunno che non alla Primavera – prosegue Nucera – Colpa dell'aria fredda che nonostante il periodo raggiunge con facilità il Mediterraneo fino a sprofondare sul Nord Africa. La risposta è un flusso di aria molto calda e umida che alimenta una energica circolazione di bassa pressione che incide negativamente su gran parte dell'Europa occidentale”.

“Dopo un inverno piovoso continua questa Primavera molto bizzarra specie al Centro Nord. Il fatto singolare non è tanto la verifica quanto la ricorrenza di queste situazioni depressionarie, piuttosto restie ad abbandonare con facilità il Mediterraneo”, conclude l'esperto.

È SUCCESSO OGGI...

Le promesse (mancate) dei Grillini paralizzano la Salaria

Roma, 22 settembre, la mobilità è insolitamente paralizzata nl quadrante nord della città e non se capisce il motivo. La Via Salaria, solitamente congestionata, ha raggiunto livelli di paralisi totale. Ma stavolta non è semplice...