Borse europee sotto choc: bruciati 230 mld

0
110
 

Giovedì nero, ieri, per il listini europei. La prossima conclusione delle misure di sostegno all'economia americana annunciata dalla Federal Reserve ha affossato le principali borse del Vecchio Continente.

Le parole del presidente della Fed, Ben Bernanke, che ha ipotizzato un graduale ritiro del programma di acquisto di titoli da 85 miliardi di dollari al mese ha innescato le vendite prima sui mercati asiatici e poi su quelli europei.

A Londra l'indice Ftse-100 ha terminato la giornata in calo del 2,98% a 6.159 punti, trainata dai titoli minerari, mentre il CAC40 di Parigi ha lasciato sul terreno il 3,66% a 3.608 punti.

Male anche il DAX di Francoforte che dopo aver aperto in calo di circa due punti ha archiviato la seduta con un passivo del 3,28% a 7.298 punti.

Giornata nera quella di ieri anche per Piazza Affari. L'Ftse Mib ha infatti chiuso le contrattazioni con un calo del 3,09%, a 15.549 punti. In termini di capitalizzazione le Borse europee hanno perso circa 230 miliardi di euro mentre lo spread si è attestato a 288 punti base. (asca)

È SUCCESSO OGGI...