Rai, C’era una volta Studio 1: Alessandra Mastronardi sarà Giulia

Intervista all'attrice che racconta il suo personaggio in questa fiction in due puntate in onda il 13 e 14 febbraio. È in preparazione anche la seconda stagione de "L'Allieva"

0
2331

Due le serate in cui la Rai celebrerà quello che è stato un programma storico, che ha lanciato il genere del varietà in tv. Lunedì 13 e Martedì 14 febbraio la prima serata di Rai Uno è infatti dedicata alla mini-serie C’era una volta Studio 1, che ha tra le protagoniste Alessandra Mastronardi, nella parte di Giulia.

«Giulia – racconta l’attrice – è una giovane ragazza di 25 anni, che sarebbe destinata al matrimonio, alla famiglia e alla vita semplice di una casalinga, ma per trovare se stessa decide di entrare nel mondo Rai e accetta un posto da segretaria, passando piano piano di grado, diventando una del servizio opinioni per il pubblico. Sarà quindi lei che ci farà entrare nel mondo di lustrini che sarà Studio 1. Per chi ha visto e vissuto quell’epoca questa fiction li aiuterà a rivedere e ri-sognare quei momenti, per chi non ha vissuto quegli anni, sarà un buon modo per innamorarsi di una Italia che “ce la faceva”».

C’era una volta Studio 1 però non racconterà solo la vita delle proprie protagoniste, ma tramite loro proverà a darci uno spaccato di quello che era la società italiana negli anni ’60, una società che piano piano si era ripresa dalla terribile esperienza della seconda guerra mondiale e iniziava il proprio progresso. In questo, fondamentale, il ruolo delle donne.

«Sicuramente noi siamo molto più fortunate oggi – continua Alessandra –, ma molte dinamiche sono le stesse. La cosa che più caratterizzava la donna degli anni ’60 è che per avere la propria libertà dovevano scegliere di sposarsi per uscire dalla casa del padre, mentre oggi abbiamo un’indipendenza conquistata quasi subito, indipendenza che a volte ci porta ad avere una nostra famiglia più tardi. Questa è una grande differenza, ma la sofferenza che prova Giulia ad affermare il proprio essere donna è molto simile a quello che proviamo oggi, dove in ambiente di lavoro dobbiamo dimostrare che oltre a un corpo abbiamo una mente».

Un connubio, quello della Mastronardi con la Rai, che sembra destinato a continuare. Visto il successo di pubblico ottenuto in questo autunno è infatti in preparazione la seconda serie della fiction “L’Allieva”, con la scrittrice Alessandra Gazzola che sta sviluppando la sceneggiatura.

Paolo Pizzi

LASCIA UN COMMENTO