Premi David di Donatello: tra storia, un canale dedicato e la diretta su Sky

Alessandro Cattelan presenterà la cerimonia di premiazione

0
659

Lunedì 27 marzo si terrà la cerimonia di premiazione della 61ª edizione dei Premi David di Donatello, per il secondo anno prodotta e trasmessa da Sky, che svelerà in diretta i vincitori dei premi tra i candidati resi noti oggi 21 febbraio dall’Accademia del Cinema Italiano. L’evento live, alla cui conduzione è confermato Alessandro Cattelan, sarà trasmesso in diretta e in esclusiva lunedì 27 marzo dalle 21.15 su Sky Cinema Uno, sul canale dedicato Sky Cinema David di Donatello (canale 304), Sky Uno, Sky Arte e in chiaro su TV8 (tasto 8 del telecomando).

Dopo il successo della scorsa edizione, Sky si propone anche quest’anno di celebrare e sostenere il cinema italiano ai David con una produzione ispirata ai grandi show internazionali, nella quale il rinnovamento della formula televisiva e dell’estetica dello show si coniugano con l’attenzione e il rispetto per l’unicità e la specificità del nostro cinema.

L’edizione 2016 dei David, la prima targata Sky, è stata l’occasione – testimoniata da un’eccellente critica e dai numerosi commenti sui social – per generare un nuovo entusiasmo nel pubblico, oggi sempre più consapevole della stagione di grande fermento e creatività che sta vivendo il nostro cinema. Tanto che, all’indomani della premiazione dei David 2016, i film vincitori sono stati riprogrammati nelle sale sulla scia dell’entusiasmo condiviso da produttori, distributori ed esercenti, registrando nuovi, significativi incassi. La conclusione perfetta di un percorso che ha visto tutta l’industria cinematografica impegnata per questo traguardo.

Sky ha da sempre un’affinità naturale con il cinema e in particolare con quello italiano, su cui investe valorizzando le eccellenze della nostra industria cinematografica, con una programmazione mirata, con costanti campagne di promozione e speciali, contribuendo a far emergere i talenti che hanno reso e che continuano a renderlo grande anche sulla scena internazionale. Solo nel 2016 sono stati trasmessi su Sky oltre 400 film italiani di cui 60 prime visioni, con più di 13 mila ore di programmazione. Nella stessa direzione e sulla scia del successo delle produzioni originali di serie TV, negli ultimi due anni Sky Cinema ha intrapreso una nuova sfida, realizzando film per il grande schermo in collaborazione con le migliori realtà del mercato e della creatività italiani.

Tra tradizione e innovazione, la 61ª edizione dei David di Donatello, sarà un grande evento realizzato per Sky da Dry, affidato anche quest’anno alla conduzione di Alessandro Cattelan, apprezzato per la sua versatilità e il suo stile misurato e al tempo stesso ironico. Lo show vedrà alternarsi sul palco alcune tra le personalità più celebri del panorama cinematografico italiano e sarà trasmesso in diretta dagli Studi de Paolis di Roma. Il live della premiazione sarà preceduto alle 20.50 dal red carpet, visibile su Sky Cinema Uno, Sky Cinema David di Donatello, Sky Arte e in chiaro su TV8, in compagnia di Francesco Castelnuovo che commenterà, proprio come ad Hollywood, l’arrivo degli ospiti.

La 61ª edizione dei David, la prestigiosa manifestazione dell’Accademia del Cinema Italiano, presieduta ad interim da Giuliano Montaldo, si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – Direzione Generale per il Cinema, d’intesa con Roma Capitale e gli Enti Promotori AGIS e ANICA e con la partecipazione, in qualità di partner istituzionali, di BNL Gruppo BNP Paribas, SIAE e Nuovo IMAIE. 

Tra i premi anche il David per il “Miglior Cortometraggio”, votato da una giuria presieduta da Andrea Piersanti e composta da Francesca Calvelli, Enzo Decaro, Leonardo Diberti, Paolo Fondato, Enrico Magrelli, Lamberto Mancini, Mario Mazzetti, Paolo Mereghetti, e il David Giovani, assegnato da un’altra giuria composta da più di seimila studenti delle scuole superiori di tutta Italia.

IL PREMIO DAVID DI DONATELLO

La storia dei David di Donatello è iniziata nel 1950, quando a Roma venne fondato l’Open Gate Club. Dato il rilievo sempre maggiore che in quegli anni assumeva il cinema, sorsero tra il 1953 e il 1955 il Comitato per l’Arte e la Cultura e il Circolo Internazionale del Cinema, che diedero origine ai Premi David di Donatello destinati alla migliore produzione cinematografica italiana e straniera. Il 5 luglio del 1956 ebbe luogo la prima cerimonia di premiazione dei David di Donatello: la pellicola Racconti Romani fu considerata la migliore, Vittorio De Sica e Gina Lollobrigida furono i migliori attori protagonisti rispettivamente per le loro interpretazioni in Pane, amore e… e La donna più bella del mondo e Walt Disney il miglior produttore straniero per Lilli e il vagabondo.

Nel corso degli anni si sono alternate le sedi delle premiazioni: Roma, Taormina, Firenze, poi dal 1981 ancora Roma.

Vittorio Gassman e Alberto Sordi sono gli attori che per il maggior numero di volte, sette per la precisione, hanno ricevuto il Premio David di Donatello nella categoria “Miglior Attore Protagonista”; lo stesso riconoscimento è stato assegnato cinque volte a Marcello Mastroianni, quattro a Nino Manfredi e Giancarlo Giannini, tre a Ugo Tognazzi. Due Premi David come “Miglior Attore Protagonista” anche a Roberto Benigni, che con il pluripremiato La vita è bella si aggiudicò, nel 1998, anche il David per la “Miglior Sceneggiatura”. Da ricordare, nel 1981, l’assegnazione del Premio al giovane Massimo Troisi che esordiva alla regia con Ricomincio da Tre, film che gli permise di aggiudicarsi una seconda statuetta per il “Miglior Film”.

Prima per numero di Premi David di Donatello ottenuti come “Miglior Attrice Protagonista” è Sofia Loren, a quota sei statuette; subito dopo Monica Vitti che per cinque volte si vide assegnare questo riconoscimento. Quattro Premi David sono andati a Mariangela Melato, tre a Gina Lollobrigida e Silvana Mangano, due ad Anna Magnani e Claudia Cardinale.

Tra i registi è Francesco Rosi ad aver ottenuto il maggior numero di statuette per la “Miglior Regia”: a lui, infatti, andarono ben sette David. Quattro poi a Mario Monicelli e tre a Ettore Scola, Ermanno Olmi, Federico Fellini e Giuseppe Tornatore. Due David a Luchino Visconti, Vittorio De Sica, Franco Zeffirelli, Marco Bellocchio e ai fratelli Taviani.

IL CANALE “SKY CINEMA DAVID DI DONATELLO”

In occasione dei David di Donatello Sky Cinema dedica un intero canale ai film premiati con la statuetta: dal 20 al 31 marzo, Sky Cinema Hits (canale 304) si trasforma in Sky Cinema David di Donatello, tutto in alta definizione e con i migliori titoli disponibili anche su Sky On Demand.

Il canale ospiterà oltre 60 titoli premiati nelle precedenti edizioni, fra i quali 8 dei vincitori 2016: si parte lunedì 20 marzo alle 21.15 su Sky Cinema Uno HD e alle 21.45 su Sky Cinema David di Donatello HD con la prima visione del film rivelazione del 2016, vincitore di 7 David di Donatello (tra cui miglior regista esordiente, migliore attore e attrice protagonista e miglior attore e attrice non protagonista) LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT di Gabriele Mainetti con Claudio Santamaria e Luca Marinelli.  Tra gli altri titoli vincitori la commedia rivelazione del 2016, vincitrice del David di Donatello come miglior film e sceneggiatura, PERFETTI SCONOSCIUTI di Paolo Genevese con un cast stellare composto da Edoardo Leo, Anna Foglietta, Giuseppe Battiston, Marco Giallini, Valerio Mastandrea, Kasia Smutniak e Alba Rohrwacher. Non mancheranno il fantasy di Matteo Garrone IL RACCONTO DEI RACCONTI (7 premi tra cui miglior regia), l’ultimo film di Paolo Sorrentino premiato per la colonna sonora e la miglior canzone YOUTH – LA GIOVINEZZA, l’opera postuma di Claudio Caligari NON ESSERE CATTIVO (miglior sonoro) e il documentario di Alex Infascelli S IS FOR STANLEY, che esplora la profonda storia di amicizia tra il regista Stanley Kubrick e il suo autista e confidente per oltre 30 anni, Emilio D’Alessandro. Tra i premiati 2016 anche il miglior film dell’unione Europea, IL FIGLIO DI SAUL sul dramma dell’Olocausto e il miglior film straniero, IL PONTE DELLE SPIE.

In onda sul canale anche i film dedicati ai grandi autori premiati in passato con l’ambita statuetta come Paolo Sorrentino con LE CONSEGUENZE DELL’AMORE, Giuseppe Tornatore con L’UOMO DELLE STELLE, Gianni Amelio con IL LADRO DI BAMBINI e Vittorio De Sica con MATRIMONIO ALL’ITALIANA. 

Spazio anche alle grandi performance con i migliori attori e attrici del cinema italiano: Toni Servillo per IL DIVO di Paolo Sorrentino, Massimo Troisi in RICOMINCIO DA TRE, Michel Piccoli nel ruolo di un Papa in HABEMUS PAPAM di Nanni Moretti, Sergio Castellitto per l’intensa interpretazione nel film di Francesca Archibugi IL GRANDE COCOMERO e ancora Marcello Mastroianni in IERI, OGGI, DOMANI.

Completano la programmazione i contenuti speciali di approfondimento come: una puntata di RACCONTI DI CINEMA dedicata ai David di Donatello, dove grazie a uno studio tecnologico e alla capacità narrativa di Francesco Castelnuovo, lo spettatore vivrà una full immersion attraverso la storia del premio e gli approfondimenti all’interno della rubrica quotidiana di cinema, SKY CINE NEWS, in onda tutti i giorni alle 21.00 su Sky Cinema Uno HD.

LASCIA UN COMMENTO