Tiziana Cantone, chiesto il giudizio immediato per il fidanzato

0
488

Giudizio immediato di Sergio Di Palo, il fidanzato di Tiziana Cantone, morta suicida in seguito alla diffusione dei video hard: le ipotesi di reato sono di calunnia e falsa denuncia. A chiederlo la procura di Napoli. Reati ipotizzati in concorso con la stessa Tiziana Cantone che si riferiscono in particolare alle accuse rivelatesi infondate nei confronti di cinque persone che erano state indicate dagli stessi fidanzati come responsabili della diffusione in rete dei video e la falsa denuncia di smarrimento dell’I Phone.  Per Di Palo, in sostanza, le ipotesi di reato sono calunnia e falsa denuncia, in concorso con la vittima. Si tratta dell’indagine portata avanti dalla Procura di Napoli a seguito dell’esposto presentato nel 2015 dalla stessa Tiziana Cantone nel quale indicava i nomi delle persone che avrebbero ricevuto materiale fotografico, immagini in costume da bagno o a seno nudo, e i video che
poi hanno trovato ampia diffusione sul web.
A quanto si è appreso nei confronti del fidanzato di Tiziana Cantone, Sergio Di Palo – oltre alla calunnia e alla simulazione di reato – viene contestato anche un accesso abusivo al sistema informatico per essersi rivolto ad un consulente – anch’egli contattato su una chat erotica privata – per distruggere alcuni dati dalla rete.

LASCIA UN COMMENTO