Quattro incidenti in poche ore: 3 feriti gravi e 1 morto

0
1255
traffico incidenti roma salaria ostiense

Quattro incidenti in poche ore: il bilancio è terribile. I primi due sono avvenuti nel giro di poche ore in provincia di Latina e hanno causato il ferimento di tre persone di cui due in modo grave. Il primo è avvenuto ieri sera sulla via Flacca nel territorio di Terracina nella località Santa Anastasia quando, una Kia con una coppia a bordo, è andata dritta sulla rotatoria schiantandosi contro un palo della pubblica illuminazione. Sul posto i vigili del fuoco di Terracina hanno dovuto liberare dalle lamiere il conducente e affidarlo alle cure degli operatori del 118 che, insieme alla compagna, lo hanno trasportato in ospedale a Terracina. Questa mattina, invece, la stessa squadra di pompieri di Terracina è dovuta intervenire sulla strada provinciale Fondi Sperlonga per un altro sinistro che ha visto coinvolta una utilitaria guidata da una donna. Anche in questo caso è stato necessario tagliare le lamiere per liberare la ferita le cui condizioni sono apparse molto gravi.
Tra gli incidenti da registrare, poi, quello sull’A1: una persona è morta in un violento scontro intorno alle 5.30 sulla A1 Milano-Napoli. Il sinistro, avvenuto nel tratto compreso tra l’allacciamento con la A22 e Reggio Emilia in direzione di Milano, all’altezza del km 154+100, ha visto il coinvolgimento di un mezzo pesante. Sul luogo dell’evento sono intervenuti gli operatori della Direzione 3° Tronco di Bologna, i Vigili del Fuoco e i soccorsi meccanici e sanitari.
A causa di un incidente sulla strada statale 7 ‘Via Appia’, inoltre, è rimasto chiuso per diverse ore il tratto in corrispondenza del km 177,250 con deviazione del traffico a Sessa Aurunca, per chi proviene da Roma, e a Ventaroli nel comune di Carinola, per chi proviene da Caserta. L’incidente, sulle cui cause sono in corso accertamenti, ha coinvolto un mezzo pesante che si è ribaltato senza coinvolgere altri veicoli. Sul posto sono presenti il personale Anas, il 118 e le forze dell’ordine per ripristinare circolazione in piena sicurezza il prima possibile.

Leggi anche: Vittorio Sgarbi: «Chiamerò Paola Perego, ho avuto decine di donne dell’Est»