Attentato a Londra, le prime parole del sindaco Sadiq Khan

«Vorrei esprimere la mia gratitudine per la polizia e i servizi di emergenza che lavorano duramente»

0
1026
Sadiq Khan

Attentato a Londra. Di seguito le prime dichiarazioni a caldo del primo cittadino Sadiq Khan.
«C’ è stato un grave incidente nei pressi di piazza del Parlamento oggi pomeriggio che viene trattata come un attacco terroristico fino a quando la polizia avrà altre notizie utili.
Ho parlato con il commissario ad interim. Il servizio di Polizia Metropolitana sta lavorando sul’incidente e c’è un’indagine in corso. I miei pensieri sono rivolti a coloro che sono interessati e le loro famiglie.
Vorrei esprimere la mia gratitudine per la polizia e i servizi di emergenza che lavorano duramente per tenerci al sicuro e mostra un enorme coraggio in circostanze eccezionalmente difficili. Per le ultime informazioni visita news.met.police.uk.»

Sadiq Khan

Terrore dunque a Londra dove si segnalano almeno tre morti. La polizia ha sparato ad “un uomo che impugnava un coltello” all’interno dell’area dell’edificio di Westminster, dopo che un’auto aveva falciato cinque persone sul vicino Westminster Bridge, prima di andare ad urtare contro le balaustre. Secondo quanto riporta il Daily Mail, sono stati sparati diversi colpi di arma da fuoco, intorno alle 14.35 (ora locale), dopo che è stato udito un forte rumore all’interno dell’area del Parlamento. Secondo altre fonti, le persone falciate dall’auto sarebbero almeno 12, mentre sarebbero 2 le persone colpite dalla polizia. Altre fonti ancora riferiscono di un poliziotto ferito.
Il vice speaker Lindsay Hoyle ha sospeso la seduta che era in corso e ha ordinato ai deputati presenti di rimanere all’interno dell’Aula parlamentare.
La premier Theresa May, presente all’interno di Westminster al momento dell’emergenza, è stata scortata da un poliziotto in borghese fuori dall’edificio e fatta salire su un’auto. Skynews riferisce che la premier ha lasciato l’area del Parlamento.
La vicina stazione della metropolitana è stata immediatamente chiusa.
La polizia britannica sta trattando quanto avvenuto nei pressi del Parlamento di Westminster come un atto di terrorismo. Lo riferisce l’emittente britannica Skynews.
Anche Downing Street, residenza ufficiale dei premier britannici, è in stato di ‘lockdown’. L’area attorno alla residenza è presidiata in forza dalla polizia che ha fatto allontanare i passanti e i turisti che solitamente frequentano la zona, invitandoli ad indietreggiare verso Trafalgar Square. Un elicottero della polizia volteggia sulla zona, dove sono presenti anche alcuni dei principali ministeri.
È stata inoltre aumentata la sicurezza a Buckingham Palace, residenza della regina Elisabetta. Lo riporta la Bbc.

LASCIA UN COMMENTO