Rai Due, Secondo Costa: la salute è l’argomento della terza puntata

0
358

La salute è l’argomento al centro della terza puntata di Secondo Costa il nuovo programma condotto da Costantino Della Gherardesca in onda mercoledì 7 giugno, alle 23.30, su Rai2.

Il conduttore nell’esplorare uno dei temi più delicati per chiunque si concentra prima di tutto sulla propria salute. Passati i 40 anni, infatti, Costantino della Gherardesca ha deciso di sottoporsi a una visita di controllo per rendersi conto del suo stato di salute, mentale ma soprattutto fisico. Presso un ospedale, accompagnato dall’amica Victoria Cabello, si è sottoposto ad alcuni controlli ed esami, tra cui il test del dna.

Attraverso un racconto spiritoso e dissacrante, la trasmissione si prende la libertà di ribaltare la consueta atmosfera oppressiva che richiamerebbe un argomento così delicato, pur senza rinunciare a raccontare il mondo della salute nelle sue varie sfaccettature e col dovuto approccio scientifico divulgativo.

Per esempio, al fine di fare luce su alcune discipline “alternative” in campo medico, Costa raggiunge il Piemonte per conoscere i Damanhur, una comunità “originale” che vive a stretto contatto con la natura e individua nell’energie e nella rimozione dello stress l’elisir di salute più importante, da ricercare attraverso meditazione e altre pratiche curative alternative come la pranoterapia.

L’esplorazione dicotomica fra il “sacro” e il “profano” nel mondo della salute continua attraverso la chiacchiera al parco con un divulgatore scientifico del calibro di Roberto Giacobbo. Alla fine del suo viaggio Costa decide di fare visita anche a un gruppo di anziani particolarmente longevi, residenti in una zona della Sardegna conosciuta anche in ambito scientifico come il Villaggio dei Centenari: un’esperienza che gli farà tirare le somme sulle sue condizioni di salute e sul da farsi per provare a vivere il più a lungo possibile, sebbene nessuna delle abitudini appartenenti allo stile di vita di questi prodigiosi “Ogliastrini” gli risulti allettante o percorribile.
In primo luogo il dover fare tanta attività fisica: un “supplizio” al quale dovrà comunque sottoporsi, con risultati tuttavia molto deludenti.

LASCIA UN COMMENTO