Uccide la suocera e ferisce la moglie: il movente è la gelosia

0
272

E’ piantonato dai carabinieri all’ospedale di Lanusei, in stato di fermo, Antonio Fanni, meccanico in pensione di 69 anni, accusato di omicidio volontario per aver ucciso a coltellate la suocera Anna Melis, 87 anni, e tentato di uccidere la moglie Maria Melis, 67 anni, a seguito di una lite avvenuta ieri pomeriggio a Santa Maria Navarrese, in Ogliastra. I carabinieri della Compagnia di Lanusei, coordinati dal capitano Claudio Paparella, hanno ricostruito quanto avvenuto nell’abitazione all’ora di pranzo.

 

I coniugi avrebbero iniziato a litigare a tavola. Pare che Fanni accusasse la moglie di un presunto tradimento, di cui la donna non sapesse nulla. Un ricordo forse, un pensiero di qualche anno prima, riemerso improvvisamente che avrebbe innescato la discussione e poi l’ira del 69enne che avrebbe afferrato un coltello. La suocera avrebbe cercato di calmarlo ma, come la moglie, e’ stata accoltellata. Maria Melis e’ riuscita a fuggire e barricarsi in una delle camere, facendo scattare l’allarme. Il primo ad arrivare sul posto e’ stato il cognato, che ha trovato Fanni in campagna. L’uomo a quanto pare avrebbe detto subito: “ho ucciso mia suocera”, per poi ripetere, “mi hanno rovinato la vita”. I carabinieri hanno recuperato l’arma usata per il delitto: un grosso coltello da cucina che si usa per tagliare il pane. Oggi sara’ affidato l’incarico per l’autopsia sul cadavere dell’anziana vittima.

LASCIA UN COMMENTO