Beccati col TARTUFO…in bocca!

0
327

Il Corriere della Sera di mercoledì, Il Fatto Quotidiano di giovedì, non Radio Serva, o la più nota Radio Fante, e neanche il Giornalino di Pippo e Pluto, pubblicava alcune intercettazioni riguardanti l’inchiesta che ha travolto il Ministero per le Politiche Agricole. L’inchiesta rischia ora di allargarsi, addirittura agli ambienti Rai. L’attenzione si è fermata sul nome di Lorena Giselle Oberti.

La bellissima Giselle, argentina di nascita. Circa due metri d’altezza e intraprendenza. Una vera forza della natura. Citata nell’indagine per la sagra del tartufo. Ma che c'entra la Rai? Pare che la bellissima Giselle qualche anno fa arrivi in Italia proprio grazie a conoscenze in ambito Rai fatte nella città di New York, con il gruppo di lavoro di un noto programma (testata storica) che si interessa di verde e gastronomia.

Cupido scaglia la sua freccia e successivamente si sposerà con un noto autore Rai, in particolare di Raiuno, molto esperto nel settore ambiente e gastronomico alimentare. Dopo di che vedremo la Oberti in molti programmi sulla rete nazionale (anche curati dal noto autore, che all’epoca non ne era ancora il marito). Da Uno Mattina, Linea Verde, Orizzonti, Storie Vere. Ma il legame tra Ministero delle Politiche Agricole e Rai, significa anche intrecci tra scelte di nomine, e conduttori, una  “Lobby Verde”, che presto leggeremo nel dispiegarsi di queste intercettazioni. Siamo solo all’inizio. 

Sul fronte Rai, gli “anticorpi” scattati dopo la pubblicazione delle intercettazione sono all’opera. In cerca delle partecipazioni della Oberti a Tg e trasmissioni televisive. Gli uffici preposti ad una prima ricerca, pare abbiano trovato catalogata una sola partecipazione al programma Storie Vere del 12 Ottobre 2011.  A questo punto però la ricerca si farebbe più interessante. Le numerose partecipazioni sarebbero state effettuate con la sottoscrizione di una liberatoria volante, quindi volutamente non certificata dal sistema aziendale.

Attenderemo ancora una volta l’intervento del Direttore Generale, che come leggiamo quotidianamente è costretto personalmente a verificare le varie segnalazioni di sprechi e irregolarità all’interno dell’azienda, non potendo contare sui suoi collaboratori più stretti. Purtroppo i tartufi…girano,  dal terzo al settimo piano…

Carlo Brigante