Rai, il trio dei Flop-pers e quei guadagni “sopra” i 300mila euro

0
166
 

In Rai nelle ultime ore, un'associazione denominata IndigneRai, di dipendenti e funzionari cui sta a cuore l'azienda, mormora dissenso contro la gestione editoriale di Gubitosi-Marano. Ma vediamo i fatti, partendo da un fondamento necessario, un dipendente dell'azienda arriva intorno a 1800 euro nette al mese, sicuramente un buon stipendio con la crisi, ma certo i suoi capi, i condottieri che stanno portando alla sventura una gloriosa azienda quanto guadagnano? Vediamo oggi i tre dell'Avemaria o il trio dei Flop-pers, o il triangolo delle Bermude, infatti quando decolla un loro programma immediatamente precipita nell'atollo dei flop.

Il più bravo giocatore di flop-per si chiama Giancarlo Leone, dopo aver messo in tilt la Direzione Intrattenimento chiusa per debacle dopo pochi mesi, nominato a Raiuno per meriti ignoti (ci vorrebbe in Italia anche un monumento al Merito Ignoto), sta dando il meglio di sé, nella tradizione di chi di programmi non afferra una mazza, non intendendo il vecchio Direttore di Raiuno. Scelte incoscienti su Uno Mattina con un poutpourri di conduttori, la debacle della Vita in Diretta, e chi vivrà vedrà. Quanto guadagnerà?

LEGGI ANCHE: Rai, i nuovi palinsesti arrancano: la qualità paga il suo prezzo!

Il dipendente programmista Rai ne è certo, sopra i 300mila euro l'anno, ma sopra sopra. E il più magnetico ed efficiente del Triangolo delle Bermude, Angelo Teodoli direttore di Raidue, il re dei flop-per, quanto potrebbe guadagnare? Sempre la stessa fonte conferma, sopra, ma sopra i 300mila euro. E Vianello che era un buon conduttore radiofonico e oggi un pessimo direttore di Raitre? Anche lui sta mostrando un gran talento come giovane flop-per, stessa storia, sopra ma sopra i 300mila euro. Il totale l'anno fa più di un milione di euro di stipendio per il Trio Flop-per, senza contare i costi dell'azienda, diciamo che siamo intorno al milione e seicentomila.

Il teorema dice: Gubitosi non segue più la politica, ok, solo l'efficienza e la professionalità, ebbene a quando il licenziamento dei tre Direttori di rete? Come? Mai! E perché si chiede il programmista della Rai e gli amici di IndigneRai? Tra un flop e l'altro non finiranno per perdere il posto di lavoro?  

Zagor