Rai, quasi 60 anni e tanta tristezza nel cuore

0
242

Il 3 gennaio del 1954 andava in onda il primo programma della Rai, dal titolo “Arrivi e Partenze”. Quindi il 3 gennaio 2014 la grande azienda di stato compie la bella età di 60 anni. Una storia fatta di grandi emozioni, di straordinari programmi, di indimenticabili personaggi, di dirigenti che sapevano fare la televisione. Sicuramente nelle stanze del settimo piano dove hanno lavorato personalità come Bernabei, o Biagio Agnes, lo staff del Dg sta studiando come celebrare l’avvenimento.

E un povero telespettatore si domanda con raccapriccio come sia possibile che un’azienda che stava nel cuore degli italiani, che veicolava cultura e divertimento, nel giorno del suo sessantesimo anno debba avere a capotavola una figura come Luigi Gubitosi, boiardo di stato, uomo di Monti, contabile, attivatore di niente idee.

Conosciamo tutti la storia della Rai, è inutile raccontarla, conviene invece rammentare cosa è successo dal luglio 2012, da quando cioè il ragionier Presta Gubitosi ha preso le redini della Rai. Ha scelto i tre peggiori direttori delle reti Rai. Leone, Teodoli, Vianello. Il trio dei Floppers. In questi ultimi mesi al di là dei proclami, abbiamo visto infilare i più grandi insuccessi della storia della televisione. Nessun programma innovativo. Nessun nuovo conduttore.

Quindi nel 2014 assisteremo alla cerimonia di compleanno con tanta tristezza nel cuore, sembrerà più un incontro al capezzale di nonna Rai che una festa di gioia e speranza per il futuro. Ma noi non demordiamo, siamo ottimisti, rifacendosi a quel famoso 3 gennaio 1954, il programma si chiamava “Arrivi e Partenze”, non è che potrebbe veramente succedere il miracolo, e che si annoveri un avvicendamento, auspicato da molti?

Facciamo un appello ai politici, sbrigatevi, provvedete, c’è questa grande urgenza, non possiamo immaginare che sia ancora il Buon Gubitosi a spengere sulla torta le sessanta candeline della Rai. Trovate qualcuno che le sappia accendere.

:: RICEVI TUTTE LE NEWS DI MALEDETTA TV NELLA TUA CASELLA EMAIL ::

[wpmlsubscribe list=”5″]