Rai, Zingaretti e Carlo Conti le uniche star

0
99
Rai, Zingaretti e Carlo Conti le uniche star

Facciamo i Conti, ragionier Gubitosi. Ma non nel significato che intende lei, da Direttore generale della Rai che sa tutto di gestione finanziaria, ma riferendosi ai programmi: facciamo i Conti, gli Zingaretti… Nel senso costruiamo giovani leve che in futuro sostituiscano le due perle di successo della Rai. Il conduttore toscano che tiene sulle sue spalle il preserale di Raiuno con ottimi risultati, nonostante il pessimo traino della Vita in diretta, e leader nella prima serata del venerdì.

Luca Zingaretti, che anche quando lascia la divisa del Commissario Montalbano riesce a portar ascolti notevoli per la fiction. Ok due successi, due uomini al comando, ma dietro, nel gruppo degli inseguitori, chi incalza? Quali sono le nuove leve? Uno si guarda in giro e scopre che la Rai, la più grande azienda europea di televisione, ha solo due star su cui puntare.

Pochino. Dietro, il deserto. Forse possiamo immaginare che dal canestro delle donzelle della mattina di Raiuno e di Raidue possa uscire la nuova Sandra Mondaini? Impossibile. Che dal volto della Landi nasca una scattante Raffaella Carrà o che Eleonora Daniele diventi la nuova Maria De Filippi? E il buon Ossini il grande Mike Bongiorno? Duilio Giammaria più capace di Sergio Zavoli? La surgelata Balivo, una futura Goggi? Fatta la domanda datevi la risposta.

Sembra che la Rai ormai sulla soglia dei sessanta anni, abbia ben poco da gioire, l’aspetta un cammino difficile,  soprattutto priva di stampelle. Caro ragionier Gubitosi, affrontare il futuro senza aver allevato nuove leve, è più grave di un bilancio in rosso.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE DI MALEDETTA TV DIRETTAMENTE NELLA TUA EMAIL

[wpmlsubscribe list=”5″]