Rai, ma “Tutto Dante” di Roberto Benigni che fine ha fatto?

0
279
Rai, ma Tutto Dante di Benigni che fine ha fatto?

La Rai è solita tenere fermi i propri artisti non mandando in onda produzioni finanziate dal canone. Ma la Rai dimentica però che tanto gli artisti, quanto le produzioni, sono finanziati con soldi pubblici dei cittadini.

TUTTO DANTE – Nonostante gli ascolti bassi dello scorso anno in prima serata su Rai 2, toccando il 2% di share, Lucio Presta ottiene altre 12 puntate di “Tutto Dante” di Roberto Benigni da mandare in onda su una rete Rai. Ma dove? Quando?

DODICI PUNTATE – Dodici puntate registrate nel corso delle serate della scorsa estate (luglio-agosto 2013) a Santa Croce a Firenze con la produzione esecutiva della sua società Arcobaleno Tre. Conflitto di interessi? Così pare, visto quanto anticipa il Presidente Fico della Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi Rai in seno agli emendamenti che verrano presto votati in merito al Nuovo Contratto di Servizio.

CONTRATTI RAI – Una produzione esecutiva apparente se si pensa che tutti i tecnici, compreso il regista, sono contrattualizzati Rai. Ma sono della Rai anche le telecamere, la regia mobile, il parco luci, audio, macchine speciali come la spycam, etc. Ci si chiede allora cosa producono questi manager-produttori o, per dirla tutta, cosa produrrebbero senza la Rai? Gubitosi non risponde? Già, lui è in partenza.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU MALEDETTA TV DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”5″]