Raiuno dovrà rifarsi il look per l’autunno

0
94
Raiuno dovrà rifarsi il look per l'autunno

La decisione è stata presa ufficialmente dal direttore Giancarlo Leone: Raiuno dovrà rifarsi la facciata per l’autunno, tutti i dirigenti responsabili dei vari cantieri sono al lavoro per ridefinire e risollevare le sorti di tante trasmissioni finite nella voragine degli ascolti.

BASSI ASCOLTI – Almeno una notizia incoraggiante, nella rete più importante della Rai finalmente si sono accorti che gli ascolti stanno andando male. Ci ricordiamo lo scatenato Giankaleone che twittava ogni giorno: tutto è ok, i programmi sono belli, a noi piacciono così, stiamo semplicemente esaltando il ruolo di servizio pubblico della Rai. Degli ascolti non ci interessa granché. Ma la media del 6% in meno su gran parte del day time deve aver fatto tremare qualche poltrona. Certo conoscendo i capomastri, più che una bella pulizia a fondo, una ristrutturazione degna della parola, si starà studiando solo una “romanella”, una riverniciatina di comodo, con qualche cartello cambiato.

LE IDEE – A viale Mazzini è un vero ribollir di menti, tanto che spaventa molto l’effetto che potrebbe avere sull’amianto. Dal trust di cervelli in azione stanno uscendo alcune idee innovative: Uno mattina potrebbe diventare Mattina Uno e la Vita in diretta Diretta sulla Vita. Peccato che queste riunioni non vengano mandate in onda, sarebbe un vero show. Insomma l’operazione di cambiare abito a tutta la programmazione di Raiuno finirà come sempre nel nulla, le interpreti e gli interpreti della disfatta saranno sempre gli stessi, autori compresi, la “romanella” non modificherà granché:

CONDUTTORI E CONDUTTRICI – Eleonora Daniele sarà al suo posto con una mezz’ora in più, Franco di Mare continuerà a riflettersi sullo schermo tv per rimirarsi nello specchio delle sue vanità mentre Duilio Giammaria carburerà in altri lidi con il suo Petrolio spinto dalla vicedirettrice Roberta Enni. Elisa Isoardi potrà sfarfalleggiare tra finocchi e carote nel suo Verde dipinto di blu dell’assenza di Ossini. La Clerici spadellerà con tutti i vecchietti nell’ospizio della Prova del cuoco. Dovrà farsi anche mezz’ora in più per sostenere l’ascolto a Paola Perego che seguirà nel primo pomeriggio con pennichella garantita dalla Rai. A Diretta sulla vita (nuovo titolo), Marco Liorni dovrà scongelare Cristina Parodi. Sicuramente è una brava conduttrice di tg, ma appena è uscita dall’attualità ha dimostrato di non essere a suo agio nel contenitore tv. Ma questa è la regola. Effettivamente nel castello dei misteri di Raiuno il valore aggiunto è sempre di più il canestro colmo di flop, un po’ come nel mondo politico che se non hai un avviso di garanzia non conti niente. Così Domenica on (nuovo titolo?) continuerà a scendere verso lo zero assoluto, anche cambiando Mara Venier con Paola Perego o con Caterina Balivo, il risultato non muterà. Chi floppa, galoppa. Una regola ferrea che ha mietuto anche una vittima: Veronica Maya, il programma Verdetto Finale va bene e piace? Di conseguenza: venga chiuso, sprangato. Umiliante per chi crede nella professionalità. Mi permetterei un consiglio finale: Signora Maya smetta nei prossimi appuntamenti estivi su Raiuno di essere brava, parli solo con le trenta parole che conosce la Daniele, faccia flop con tutte le forze, ritorni da Presta. Solo così risorgerà dalle acque, e Leone la incoronerà come la Venere di Raiuno. Annunciandolo sempre con un twitter, ovviamente.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU MALEDETTA TV DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”5″]