Rai, l’arrivo di Netflix in Italia ad ottobre fa paura

Un'azienda che nel mondo ha oltre 60 milioni di abbonati con più di 100 milioni di ore al giorno tra film, serie televisive e talk show

0
270
NETFLIX

Mentre noi spesso ci ostiniamo a trattare la tv generalista, in particolare Raiuno drappeggiata e antiquata del direttore Giancarlo Leone, il mondo della comunicazione va avanti e soprattutto il web sta diventando la vera piattaforma della tv. Netflix, il colosso della tv in streaming ad ottobre sbarcherà anche in Italia.

L’OFFERTA – Un’azienda che nel mondo ha oltre 60 milioni di abbonati con più di 100 milioni di ore al giorno tra film, serie televisive e talk show. In alta definizione, ma anche in Ultra HD 4K, su praticamente qualsiasi schermo connesso a Internet. I prezzi per l’Italia sono ancora da definire, ma saranno comunque in linea con quelli degli altri Paesi europei, che hanno abbonamenti a partire da 7,99 euro al mese, tutto incluso per accedere a un catalogo digitale di oltre un milione di gigabyte. Con il servizio di streaming di Netflix, lanciato nel 2007, è possibile guardare, mettere in pausa e ricominciare serie tv e film autoprodotti, programmi per bambini, liberi da spot pubblicitari. Netflix sarà disponibile su smart tv, tablet, smartphone, computer, molte consolle per video giochi connesse a Internet e TV-box. Ogni abbonato avrà sempre a disposizione una lista di titoli personalizzati. Alcune produzioni realizzate da Netflix hanno conquistato il mondo come ad esempio “House of cards” . Sarà la fine della tv generalista e delle nostre fiction? Sicuramente no, ma certo le reti televisive dovranno diventare più competitive e attuali.

I LIMITI – C’è sicuramente un limite al successo di Netflix in Italia: la mancata realizzazione di una rete capillare a banda larga e ultralarga. E’ uno degli scandali più gravi avvenuti negli ultimi anni in Italia: siamo tra i paesi del mondo con la percentuale più bassa di diffusione. Si aggiungono le promesse del premier Renzi di fare tutto e subito. Il consiglio dei ministri ha varato il piano per la banda larga che prevede obiettivi di copertura fino al 50% della popolazione a 100 Mbps (Megabyte per secondo) entro il 2020. Ci riuscirà? Attualmente ad esempio la Germania ha già una copertura del 90%. Comunque l’arrivo di Netflix fa paura: Mediaset, Rai e La7 si stanno organizzando per fronteggiarlo e – la notizia è riportata da Il Tempo – nascerà TivùOn, l’on demand gratuito di Rai, Mediaset e La7. Quindi non ci preoccupiamo potremo sempre vederci sul web ad esempio “La macchina della verità” di Raiuno on streaming, in HD o super HD, o Ultra HD 4K, gratis: sarà una vera goduria!

[form_mailup5q lista=”maledetta tv”]