Canone Rai, ecco il modello di autocertificazione per non pagare

Lo ha reso disponibile online sul proprio sito l'Agenzia delle Entrate

0
1026
rai-canone

È online su questa pagina del sito dell’Agenzia delle Entrate il modello con cui si può evitare di pagare il canone Rai autocertificando di non avere un apparecchio televisivo. Chi ha un’utenza elettrica, ma non possiede alcun televisore nelle abitazioni di cui è titolare, può dunque compilare questa dichiarazione sostitutiva per non dover sottostare a questa imposta sulla detenzione di apparecchi atti alla ricezione di radioaudizioni televisive nel territorio italiano. Questa autocertificazione serve anche per segnalare che il canone per il nucleo familiare è già intestato a un soggetto diverso dall’intestatario della bolletta elettrica. Attenzione però: la dichiarazione sostitutiva, se non veritiera, comporta sanzioni anche di natura penale.

COME PRESENTARE L’AUTOCERTIFICAZIONE

Il modello dovrà essere inviato al sito internet delle Agenzie delle Entrate attraverso un’applicazione web che sarà disponibile dal prossimo 4 aprile, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel rilasciate dall’Agenzia stessa. In alternativa potrà essere presentato attraverso un Caf o spedito tramite servizio postale in plico raccomandato senza busta, insieme a un proprio documento di riconoscimento in corso di validità, all’indirizzo “Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino”.

LE SPIEGAZIONI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

Spiega una nota congiunta dell’Agenzia delle Entrate e della Rai: “La legge di stabilità 2016 ha introdotto, infatti, la presunzione di possesso dell’apparecchio televisivo nel caso in cui esista un’utenza elettrica nel luogo in cui il soggetto risiede anagraficamente. Tramite il nuovo modello disponibile online, i cittadini che risultano titolari di un’utenza di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale possono certificare che in nessuna delle abitazioni per le quali il dichiarante è titolare di un’utenza elettrica è detenuto un apparecchio tv. Il modello può essere presentato anche per segnalare che il canone è dovuto in relazione all’utenza elettrica intestata ad un altro componente della stessa famiglia anagrafica, del quale deve essere indicato il codice fiscale. È il caso, ad esempio, di due soggetti che fanno parte della stessa famiglia anagrafica, ma titolari di utenze elettriche separate. La dichiarazione sostitutiva, inoltre, può essere resa dall’erede in relazione all’utenza elettrica transitoriamente intestata a un soggetto deceduto”.

I TEMPI DI PRESENTAZIONE DELL’AUTOCERTIFICAZIONE

Per il 2016 la dichiarazione sostitutiva avrà effetto per l’intero canone dovuto per l’anno 2016 se viene presentata tramite raccomandata entro il 30 aprile 2016, oppure in via telematica entro il 10 maggio 2016. La dichiarazione presentata tramite raccomandata dal 1° maggio 2016 ed entro il 30 giugno 2016, oppure in via telematica dall’11 maggio 2016 al 30 giugno 2016, avrà effetto per il canone dovuto per il semestre luglio-dicembre dello stesso anno. La dichiarazione presentata dal 1 luglio al 31 gennaio 2017 avrà effetto per l’intero canone dovuto per l’anno 2017.

I FILE DA SCARICARE

Qui trovi tutte le istruzioni complete per la presentazione dell’autocertificazione

Qui trovi le modalità e i termini di presentazione

Qui c’è il modello di autocertificazione per effettuare la dichiarazione

 

 

LASCIA UN COMMENTO