Rai, Tiberio Timperi e Valentina Bisti a Unomattina Estate?

Ecco le grandi manovre estive: Mia Ceran e Alessio Zucchini a Estate in diretta

0
2316

Archiviato il Sanremo del “ti piace vincere facile”, in Rai è arrivato un anticipo di primavera, stagione dove gemmano le nomine dei conduttori ai programmi estivi.

MIA CERAN E ALESSIO ZUCCHINI

E’ già trapelata la notizia di Mia Ceran e Alessio Zucchini a Estate in diretta consolidando così la fuga dal pantano di Unomattina estate. Alla bionda Ceran ormai va stretto il ruolo di supplente della titolare di cattedra invernale e, vista la promozione in prima serata con “Rai dire nius”, è risultato subito evidente che non si sarebbe più sacrificata a fare levatacce. Sebbene questa mossa abbia incontrato qualche resistenza pare comunque che sia cosa fatta. Vedremo se in versione “extended”, dalle 14 o se nella più economica e compatta versione “normal” dalle 17. L’estate è sempre avara di risorse e sarebbe davvero strano assistere ad una novità da collocare nella tristemente famosa “fascia rossa” da parte di un direttore che ha fatto dell’immobilismo una strategia di sopravvivenza al punto da  sconfinare quasi nel mimetismo. Eppure, nonostante qualcuno abbia visto il direttore Fabiano dello stesso colore della tappezzeria aggirarsi per i corridoi di Viale Mazzini una decisione pare averla presa (o almeno si suppone che si stato lui) ed è quella dei conduttori di Unomattina estate.

TIBERIO TIMPERI E VALENTINA BISTI

Siamo sempre nell’ambito delle “V.d.C.” ma pare che al timone della trasmissione verrà chiamato Tiberio Timperi (sempre che all’ultimo momento non decida di occuparsi della famiglia che ha sempre messo al primo posto nelle sue scelte) mentre per il volto femminile anche quest’anno Benedetta Rinaldi dovrà rinunciare perché al suo posto dovrebbe augurarci il buon giorno Valentina Bisti, giornalista del TG1, fresca 43enne, che sfoggia nel suo curriculum un’improbabile conduzione del meteo del Tg1 nell’era Minzolini. Insomma, impercettibili movimenti in una Tv che aspetta immobile che si capiscano i destini aziendali tra un Anzaldi che ringhia sui compensi e un Giacomelli che suona inquietanti sinfonie sul rinnovo decennale della concessione. Una Tv che brinda solo grazie al commissario Montalbano, con la fiction unico volano vincente che bilancia le deludenti performance dei programmi. Vedremo se il direttore uscirà dal letargo e indosserà una livrea più sgargiante di una carta da parati color beige e più consona al suo ruolo, noi siamo sempre speranzosi.
Tv Bob

LASCIA UN COMMENTO