Ballando con le stelle, a tu per tu con Milly Carlucci: la signora del sabato sera di Rai Uno

Il suo ballo preferito, sogni, scommesse e tutte le novità della nuova edizione del programma

0
1411
Milly Carlucci (Foto Paolo Pizzi)
Milly Carlucci (Foto Paolo Pizzi)

La signora del sabato sera di Rai Uno con Ballando con le stelle sarà anche ballerina per una notta della seconda puntata. Milly Carlucci si prepara a scendere in pista, quindi, in tutti i sensi. La conduttrice di uno dei programmi storici della Rai si è raccontata in una intervista.

Se dovesse ballare per una notte, quale ballo sceglierebbe?
«Tutta la vita il tango, adoro il tango argentino, è un tipo di ballo che mi emoziona per la storia diversa che racconta ogni volta. Certo lo devi saper ballare, non è una cosa che prendi e vai, lo devi saper fare, ma è meraviglioso e passionale».

Farebbe la concorrente per una stagione, cedendo la conduzione del programma?
«Questa potrebbe essere una cosa interessante, ballare è una mia grande passione. C’è da dire che conosco troppo bene questo programma per essere una concorrente come gli altri, l’ho creato pezzo pezzo, ne conosco ogni risvolto, ogni aspetto psicologico, ogni vibrazione. Una delle cose belle di Ballando è che i concorrenti sono nuovi, hanno emozioni fresche, provano un certo impatto, si spaventano anche di essere in questo teatro dopo settimane in sale prove. A me mancherebbe una parte, è un’emozione che non avrei, questo teatro per me è casa, è un luogo confortevole, ma impazzirei di gioia ad avere un maestro tutto per me con cui ballare».

Girando il Paese con Ballando on the road, che Italia avete trovato?
«Un’Italia spettacolare che sarà inserita in uno spazio a sè con “Ballando con te”. Ci sarà uno specchio di questa Italia appassionata, bella, entusiasta, pulita, piena di energia e di voglia di fare, che balla a tutti i livelli sociali, culturali ed economici, perchè il ballo è trasversale».

Quest’anno avete messo su un cast di prime donne…
«Sì ne abbiamo tante, Anna Galiena, Giuliana De Sio, Alba Parietti, Martina Stella, Anna La Rosa, ci voleva un gruppo agguerrito per smuovere le acque. Questo è un capitolo importante, e avremo molte novità anche a bordo campo con la criminologa Roberta Bruzzone, che ci aprirà una finestra interessante sull’animo umano, e su cio che accade, con risvolti psicologici; e poi con Valerio Scanu, conduttore sul secondo schermo quello social su internet. Sono grandi passi verso un programma del terzo millennio».

Ma anche in campo maschile metterete in pista grandi personaggi…
«Oney Tapia è una forza della natura, un personaggio che il pubblico scoprirà in tutta la sua immensa simpatia e umanità, un bell’esempio per chi in famiglia ha dei problemi, anche ballare può aiutare a venir fuori da una situazione in cui si è ripiegati su se stessi, a non deprimersi, e lo dicono anche i ballerini sulla sedia a rotelle. Poi c’è un trio che porta divertimento come Fausto Leali, Simone Montedoro e Martin Castrogiovanni che hanno molta autoironia, ed è importante nella vita di tutti i giorni, non si mettono mai sul piedistallo».

Come riesce a convincere grandi attori e atleti a partecipare?
«Devi inserirti in un momento importante e particolare della loro vita. Alcuni li abbiamo corteggiati per anni. Devono stare mesi con noi ed essere liberi da impegni, non possono solo ritagliarsi un piccolo spazio».

Il suo sogno: chi vorrebbe avere come ballerino per una notte? 
«Anni fa avrei voluto fortemente Bill Clinton, non era più presidente, poi la moglie è entrata in politica e ci abbiamo dovuto rinunciare. Ora direi Michelle Obama, se devo sognare voglio farlo in grande, un invito a lei lo farei volentieri».

Il sabato sera su Canale 5 c’è Maria De Filippi che a suon di ospiti prepara le contromosse per ottenere share e ascolti?
«Io sono temuta? Noi facciamo solo il nostro mestiere e speriamo sempre di farlo al meglio. Il nostro primo obiettivo è solo quello di fare meglio dell’anno scorso agli occhi del pubblico che ci segue. Alzare l’asticella per sorprendere il nostro pubblico, per regalare emozioni».

LASCIA UN COMMENTO