Rai Uno, Di padre in figlia: anticipazioni seconda puntata. Tradimenti

0
613
Di padre in figlia (foto Molinari - per gentile concessione)
Di padre in figlia (foto Molinari - per gentile concessione)

Secondo appuntamento su Rai Uno, martedì 25 aprile, con la fiction Di padre in figlia. Quattro le puntate di questa nuova serie tv con Alessio Boni, Stefania Rocca e Cristiana Capotondi. Una bella storia al femminile.

ANTICIPAZIONI SECONDA PUNTATA

Siamo nel 1973. I gemelli Sofia e Antonio hanno sedici anni, sono inseparabili, ascoltano musica psichedelica e sognano fughe in Oriente. La ragazza ha uno spirito selvaggio e indipendente. Antonio invece appare timido e fragile. Su di lui grava il progetto del padre di affidargli l’azienda, tagliando le figlie femmine. L’uomo coinvolge il ragazzo nelle sue scappatelle, e s’infuria quando con Sofia il ragazzo prende una pasticca di LSD e si sente male.

Intanto, a Bassano, è arrivato dal Brasile un gruppo di emigrati italiani. C’è anche Jorge. L’incontro con Franca si rivela fatale. I due si ritrovano e fanno l’amore per la prima volta. Poco prima della partenza Jorge chiede a Franca di fuggire con lui. Franca è divisa in due: da una parte la passione, dall’altra i suoi figli… Anche se in casa sono rimasti soltanto i gemelli.

DI PADRE IN FIGLIA

Elena è impegnata a recitare il ruolo di moglie e madre perfetta, compiacente col padre perché è lui a mantenerla visto che Filippo si è perso nel vizio del bere. Maria Teresa vive e studia a Padova dove si lascia travolgere dal clima dei primi anni ‘70. Divide l’appartamento con Adriana, una ragazza impegnata nel movimento femminista, e con Giuseppe, un operaio pugliese iscritto al partito comunista. L’arresto di Maria Teresa in una protesta sull’aborto, scatena la reazione di Giovanni, che porta a una rottura definitiva tra i due. 

Nello stesso periodo, Maria Teresa scopre che Riccardo sta per sposarsi con Laura, conosciuta nelle acciaierie dove ha lavorato per anni prima di riuscire ad aprire la distilleria artigianale insieme al padre Enrico, ripresosi dalla malattia. Maria Teresa si confida con Giuseppe. I due trascorrono insieme la notte di san Silvestro del 1973. Un ultimo dell’anno che si preannuncia triste e che invece, grazie alla simpatia di Giuseppe, sarà indimenticabile.