Fisco, chiesto processo per Gigi D’Alessio: pm firma il rinvio a giudizio

Il cantante napoletano chiamato in causa per una presunta evasione fiscale di circa un milione di euro

0
298
Gigi D'Alessio
Gigi D'Alessio

Nuovi guai giudiziari per il cantante napoletano Gigi D’Alessio. Mentre si avvia a conclusione, con sentenza prevista a giugno, il processo per l’accusa di rapina della macchina fotografica a due paparazzi, per l’artista arriva una nuova accusa. Quella di aver evaso il fisco nel 2010 per circa un milione di euro. Il pm Francesco Saverio Musolino ha firmato una richiesta di rinvio a giudizio contestandogli il reato di occultamento o distruzione di documenti contabili riconducibili a una delle società che hanno curato negli anni la sua immagine.

LE ACCUSE A GIGI D’ALESSIO

Nell’inchiesta sono coinvolte anche altre quattro persone che secondo la procura avrebbero preso parte all’operazione di evasione delle imposte da parte della società Ggd Productions srl e dell’effettivo “beneficiario economico del risparmio”, Gigi D’Alessio. Il procedimento riguarda anche un manager del cantante, accusato di simulazione di reato perché il 17 marzo del 2014 avrebbe denunciato ai carabinieri il furto di un’auto, gestita in leasing dalla società Gdd srl, affermando che erano stati cosi sottratti al suo interno i documenti contabili, comprese fatture attive e passive.