Panettone ritirato dal commercio: trovato pezzo di metallo

Segnalazione di allarme livello "rischio grave",

0
1849

La notifica settimanale del 18 novembre di Rasff (Sistema di Allerta Rapido Comunitario) a tutela dei consumatori, comprende una segnalazione di allarme livello “rischio grave“, inviata dal Ministero della Salute austriaco, per panettone prodotto in Italia e venduto in Austria nei supermercati con il marchio Billa.

IL FRAMMENTO DI METALLO NEL PANETTONE

In una confezione è stata segnalata la presenza accidentale di un frammento di metallo. Per questo motivo la REWE International AG rappresentata in Austria da BILLA, dopo avere informato l’Autorità nazionale competente, ha ordinato il ritiro immediato del lotto numero L 16287 del “PANETTONE CLASSICO 500G” con marchio Billa prodotto da “IL VECCHIO FORNO SRL” Via Oltre Agno, 7, 36070 Brogliano (VI), con la data di scadenza minima del 13/07/217. L’azienda ha inoltre invitato i consumatori a non mangiare i panettoni già acquistati del lotto interessato che riportino la suddetta data di scadenza. Il ritiro, segnala Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, associazione ormai punto di riferimento per la sicurezza alimentare in Italia, è stato effettuato dopo avere ricevuto la segnalazione da parte di un cliente, della presenza di un corpo estraneo di metallo al suo interno.

IL DUBBIO DELLA COMMERCIALIZZAZIONE IN ITALIA

In riferimento all’allerta diramata da Rasff, la rete europea di informazione che individua con precisione gli episodi a rischio lungo di tutta la filiera con immediato ritiro dei lotti sospetti, sino ad oggi il Ministero della Salute italiano non ha precisato se il prodotto in questione, sia stato confezionato e commercializzato con altro marchio anche in Italia.

LASCIA UN COMMENTO