Premio letterario “Leggi in salute – Angelo Zanibelli”: ecco la V edizione

Aperte le candidature al prestigioso concorso su racconti di salute e tematiche sanitarie. Da quest’anno spazio anche agli inediti

0
324

Con la pubblicazione del bando e il via alle candidature si apre ufficialmente la quinta edizione del concorso letterarioLeggi in Salute – Angelo Zanibelli”, prestigioso riconoscimento dedicato a opere letterarie che raccontano la salute, le tematiche sanitarie e l’esperienza di malattia attraverso la narrazione.

Il premio, istituito da Sanofi nel 2013 in memoria del direttore Comunicazione e Relazioni Istituzionali Angelo Zanibelli, è nato per promuovere e sostenere la narrazione sulla salute come strumento fondamentale dal punto di vista sociale e terapeutico nel percorso della malattia.

Oltre al consueto concorso dedicato alle opere edite nelle due categorie di autori (scrittori “Esordienti” under 35 e “Senior”) a cui potranno partecipare i volumi pervenuti entro e non oltre il 15 giugno, il concorso si arricchisce di una nuova sezione dedicata agli inediti, che potranno essere presentati entro e non oltre il 30 giugno (bando e domanda di partecipazione su www.sanofi.it). L’opera inedita vincitrice sarà pubblicata, promossa e distribuita da Cairo Editore.

Un’autorevole giuria, presieduta da Gianni Letta e formata come ogni anno da personalità del giornalismo, dell’imprenditoria, della medicina, della politica e della cultura italiana, selezionerà i finalisti che parteciperanno alla cerimonia di premiazione in programma il 10 ottobre 2017 presso l’Ambasciata di Francia a Roma. Due premi speciali saranno inoltre dedicati all’evoluzione dell’industria farmaceutica e al personaggio dell’anno in ambito sanitario.

«Le storie dei pazienti e di chi se ne occupa – famigliari, medici e caregiver – possono sensibilizzare cittadini e istituzioni, dando voce a chi non ne ha e aiutando le persone a condividere la malattia, uscire dall’isolamento e trovare la forza di lottare – ha detto Gianni Letta, presidente della giuria -. Sono orgoglioso di poter presiedere anche quest’anno la Giuria del Premio, composta da importanti istituzioni in ambito sanitario, esperti di salute e informazione».

LASCIA UN COMMENTO