Roma Drone Campus 2017, evento per imprese e professionisti

Appuntamento il 21 e 22 febbraio presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Università Roma Tre

0
673

Dal grande multirotore con telecamera HD al microdrone che può volare anche in città, dai mini-dirigibili radiocomandati ai droni ad energia solare. E poi sistemi per le più diverse applicazioni, dalla tv all’aerofotogrammetria, dall’agricoltura al giornalismo e alla sicurezza. Saranno tante le novità che verranno presentate a Roma Drone Campus 2017, il nuovo evento rivolto alle imprese e ai professionisti interessati all’utilizzo degli Aeromobili a Pilotaggio Remoto (APR), che si svolgerà nei giorni 21 e 22 febbraio prossimi presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Università Roma Tre (Via V. Volterra, 62).

«L’obiettivo è di offrire una grande occasione di formazione e di aggiornamento professionale per chi si sta avvicinando all’utilizzo professionale dei droni o per chi già lavora in questo settore», spiega il presidente di Roma Drone, Luciano Castro. «Questo evento fornirà inoltre alle aziende della drone community italiana nuove opportunità di business e di networking, anche a livello internazionale».

I numeri di “Roma Drone Campus 2017” sono eloquenti: 2 giorni di manifestazione, 80 corsi e conferenze per un totale di 100 ore, 8 aule di varie dimensioni con 800 posti complessivi, 2 arene gonfiabili per effettuare voli dimostrativi. Il programma prevede, per la mattinata di martedì 21 febbraio, la “Roma Drone Conference 2017”, la conferenza inaugurale in cui l’ENAC presenterà il Rapporto 2016 sulle attività nel settore APR e si confronterà con le Associazioni delle aziende italiane specializzate.

Durante questa conferenza, saranno anche assegnati i Roma Drone Award 2017, prima edizione di un riconoscimento che intende premiare enti pubblici, aziende/start-up ed esperti che si siano messi in luce per favorire lo sviluppo dell’impiego degli APR in ambito civile e militare in Italia. Nei due giorni della manifestazione, si svolgeranno poi un gran numero di seminari e corsi, tra cui la presentazione da parte di ENAC e ENAV del nuovo portale di riferimento “D-Flight” per i proprietari di droni in Italia, vari workshop su tutti gli ultimi modelli di droni e specifici corsi di formazione per geometri, ingegneri, architetti, periti agrari, giornalisti e per diverse altre categorie professionali.

Il programma prevede anche alcuni eventi speciali. Innanzitutto, martedì 21 si svolgerà un briefing per un gruppo di diplomatici esteri sul mercato e la tecnologia dei droni in Italia, allo scopo di favorire contatti con le aziende italiane del settore. Mercoledì 22, invece, è previsto l’”FPV Drone Racing Convention”, una tavola rotonda con la partecipazione dell’Aero Club d’Italia sul nuovo sport con i mini-droni da corsa.

Ulteriori informazioni sono disponibili su www.romadrone.it.

LASCIA UN COMMENTO