Fitness tracker dannosi: l’allarme degli esperti

“Esistono e sono nate esclusivamente per fare un sacco di soldi”

0
1193

Secondo quanto riportato da diversi scienziati, i fitness tracker, i braccialetti indossabili che tengono il conto di quanti passi facciamo al giorno, potrebbero essere più dannosi di quanto crediamo. Questi tipi di braccialetti e le applicazioni correlate, consigliano alle persone di svolgere almeno 10.000 passi al giorno per rimanere in salute. Ma, a causa della mancanza di una vera e propria ricerca scientifica, questo consiglio non poggerebbe su nessuna base concreta e potrebbe addirittura essere dannoso.

Il dottor Greg Hager, professore di Computer Science alla Johns Hopkin, durante la conferenza annuale Advancment of Science, ha affermato che fare 10.000 passi al giorno per le persone più anziane può risultare più che dannoso. Una ricerca risalente allo scorso anno, ha dimostrato che un inglese tipo e in buono salute, percorre tra i 3.000 e i 4.000 passi al giorno.

Il dottor Jakicic, dell’università di Pittsburgh, ha affermato: “Credo che questo tipo di apparecchi, non sia in grado di diminuire il crescente aumento di persone in sovrappeso. Applicazioni di questo tipo, possono essere usate per monitorare i propri miglioramenti, ma sicuramente bisogna stare attenti dal dipendere completamente da essi”. Steve Flatt, direttore dell’Unità di Terapie Psicologiche a Londra, ha affermato: “Credo che queste applicazioni, possano essere paragonate alla mentalità di un qualsiasi dottore del 1860. Esistono e sono nate esclusivamente per fare un sacco di soldi, illudendo coloro che li comprano”.

(fonte agenzia Dire)