La Nazionale di rugby in visita ai piccoli pazienti del Gemelli

Mercoledì 8 marzo i campioni dell’Italrugby, alla vigilia del nuovo match del Torneo Sei Nazioni domenica contro la Francia, porteranno doni e allegria ai bambini ricoverati nel reparto di Oncologia Pediatrica del Policlinico

0
455

Italrugby campione di solidarietà. Nel pomeriggio di domani, mercoledì 8 marzo, alle ore 18, la Nazionale di rugby al termine degli allenamenti, nella settimana che porterà all’attesissimo incontro di domenica 12 marzo contro la Francia per il Torneo Sei Nazioni, si recherà al Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma per fare visita e portare doni e allegria ai piccoli ricoverati del reparto di Oncologia Pediatrica. Dopo la bellissima esperienza dello scorso anno l’Italrugby ritorna al Gemelli per disputare questa nuova partita della solidarietà giocata in collaborazione con le associazioni di volontariato Coccinelle per l’Oncologia Pediatrica Onlus e L’Albero della Vita.

Questa nuovo incontro con i pazienti pediatrici e i loro familiari si inserisce nel forte rapporto di collaborazione tra la Federazione Italiana Rugby (FIR) e la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli che lo scorso anno hanno sottoscritto una convenzione biennale per la gestione di tutte le attività mediche di emergenza sanitaria e di pronto soccorso a favore di pubblico, atleti, loro accompagnatori e del personale in servizio connesse agli eventi internazionali organizzati dalla FIR a Roma. Accanto a questo accordo, è costante l’attenzione e l’impegno sociale della FIR e dell’Italrugby per portare allegria e momenti di spensieratezza a favore dei bambini ricoverati al Gemelli.

E da venerdì a domenica scenderà di nuovo in campo il team di medici e operatori sanitari del Policlinico A. Gemelli, altamente specializzato nella gestione delle emergenze e urgenze, per fornire assistenza sanitaria anche in occasione della sfida contro i Bleus allo Stadio Olimpico di Roma.

L’obiettivo dell’accordo FIR- Fondazione Gemelli è garantire la massima sicurezza non solo agli atleti, ma anche agli spettatori prima, durante e al termine degli incontri.

La task force del Gemelli impegnata in ogni singola partita del Sei Nazioni è composta da 35 medici; in particolare 4 rianimatori saranno a bordo campo con 4 infermieri del Centro di Rianimazione del Policlinico diretto dal professor Massimo Antonelli.