Piazza Mancini, molestata da parcheggiatore abusivo

0
75

Gli agenti del commissariato Salario-Parioli sono intervenuti ieri in piazza Mancini per la segnalazione di una lite tra un parcheggiatore abusivo e una donna. Quando sono arrivati sul posto, la vittima ha riferito ai poliziotti che, dopo aver parcheggiato la sua autovettura le si era avvicinato un uomo, forse sudamericano, che le aveva chiesto dei soldi per parcheggiare.

Quando la donna si è rifiutata di pagare, l’uomo l’ha prima minacciata, dicendole che le avrebbe spaccato l’autovettura e poi ha iniziato a palpeggiarla. La donna, che si trovava in compagnia del figlio minorenne, ha così cercato di allontanarsi avvicinandosi al vicino capolinea degli autobus e, senza perdere di vista il molestatore, ha atteso l’arrivo della polizia. Fermato dagli agenti, l’uomo, ancora presente sul posto, è stato identificato per C.Z.A.R., peruviano di 47 anni, con vari precedenti di polizia. Accompagnato negli uffici del commissariato Salario-Parioli è stato arrestato per violenza sessuale, estorsione e minacce.

Sull’episodio è intervenuto Stefano Tersigni della lista civica Roma capitale è tua: «Scandaloso ciò che è avvenuto ieri a piazza Mancini ai danni di una donna, alla quale oltre alla richiesta ingiustificata di soldi per il parcheggio sono seguite minacce e molestie sessuali. Per il peruviano chiediamo una pena esemplare. I parcheggiatori abusivi a Roma sono una piaga da estirpare, in moltissime zone della città queste persone costringono, in modo più o meno violento, i romani a una vera e propria tassa.

In molti casi affiggono falsi cartelli con la scritta “Non funziona” alle colonnine per il pagamento delle strisce blu, spingendo così la gente a fidarsi della custodia dell’abusivo che però non li salva dalle contravvenzioni. C’è bisogno di più controlli in borghese delle forze dell’ordine». (Dire)