Colpo alla ‘ndrangheta a Roma: sequestro da 70 milioni

0
67

Ottanta immobili tra case, negozi e terreni, per un valore di oltre 70 milioni di euro. Molti a Roma.

Sono i numeri del sequestro effettuato dai carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria, che hanno anche arrestato 20 persone affiliate alla cosca della ‘ndrangheta dei Mazzagatti, facente capo al boss Rocco.

L’uomo, 50 anni, sarebbe riuscito, attraverso il sistema delle aste giudiziarie, ad appropriarsi di appartamenti e attività di vendita, in particolare appunto nella capitale, poi fintamente intestati a soggetti incensurati. In questo modo era riuscito a creare un vasto giro di affari commerciali e imprenditoriali a Roma e anche nel territorio laziale. Arresti, sequestri ma anche perquisizioni (pure a Genzano) nell’ambito di questa operazione, denominata ”Erinni”.

I carabinieri hanno operato nelle province di Reggio Calabria, Catanzaro, Roma, Latina, Macerata ed Agrigento nei confronti quindi di 20 persone alle quali, a vario titolo, sono contestati i reati di associazione di tipo mafioso; concorso in omicidio, aggravato dall’aver favorito un sodalizio di tipo mafioso; concorso in detenzione e porto in luogo pubblico di diverse armi da fuoco anche da guerra e clandestine; concorso in sequestro di persona, concorso in intestazione fittizia di beni; concorso in detenzione, vendita e cessione di sostanze stupefacenti del tipo marijuana e cocaina; concorso in ricettazione.

Nel corso dell”operazione sono stati impiegati oltre 300 carabinieri dei comandi provinciali di Reggio Calabria, Roma e Catanzaro, supportati dai militari dello squadrone eliportato cacciatori e dell’ottavo Nucleo elicotteri.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]