Termini, stranieri si massacrano di botte per il controllo dei parcheggi

1
195

Proseguono i servizi di controllo da parte dei Carabinieri della Compagnia Roma Centro, coadiuvati dai Carabinieri dell’8° Reggimento “Lazio”, nei pressi di piazza dei Cinquecento e nell’area dello scalo ferroviario di Roma Termini. I militari dell’Arma, dopo le 8 persone denunciate a piede libero nei giorni scorsi, ne hanno arrestate sei e denunciate a piede libero altre 3.

A finire in manette sono stati cinque cittadini stranieri, 2 romeni, 2 indiani e un bulgaro, rispettivamente di 32, 40, 42, 43 e 62 anni, tutti senza fissa dimora, che in via Marsala sono stati bloccati dai militari mentre si colpivano reciprocamente con calci e pugni, dopo un diverbio scaturito per accaparrarsi la zona dei parcheggi presenti sulla via e racimolare qualche monetina dagli automobilisti magnanimi.

Nella rissa solo il 42enne indiano è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell’Ospedale Santo Spirito, per la frattura delle ossa nasali, e dimesso con 15 giorni di prognosi. In manette è finito anche un cittadino peruviano di 35 anni, già noto alle forze dell’ordine, che in evidente stato di ebbrezza alcolica è stato sorpreso in via Giolitti, armato di un grosso coltello da cucina, mentre minacciava il dipendente di un bar per futili motivi. Le denunce invece sono scattate nei confronti di tre cittadini romeni, in particolare: due donne di 24 e 27 anni, con l’accusa di inosservanza del foglio di via obbligatorio ed un 32enne sorpreso a rubare capi d’abbigliamento da un negozio dell’area del Forum della Stazione Termini.

1 COMMENTO

Comments are closed.