Prati, clonatore di bancomat sorpreso in azione

0
98

Stavano rientrando in caserma dopo aver depositato alcuni atti negli uffici della Procura presso il Tribunale di piazzale Clodio, quando percorrendo in auto piazza Risorgimento, hanno notato un individuo che stava armeggiando sul bancomat della Banca Nazionale del Lavoro. È successo ai carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina, che si sono avvicinati e hanno visto chiaramente l’uomo, risultato poi essere un cittadino bulgaro di 46 anni, mentre prelevava dallo sportello gli apparati elettronici atti ad intercettare i dati delle carte di pagamento per la successiva clonazione.

I militari gli sono piombati addosso, fermandolo e sequestrando tutto il materiale, composto dagli ormai tristemente famosi skimmer e da una microtelecamera alimentati da una batteria da telefono cellulare. Dagli accertamenti eseguiti, l’uomo è risultato essere ospite di un albergo ubicato in via dei Mille, dove i militari hanno eseguito una perquisizione: nella sua stanza, i carabinieri hanno rinvenuto apparecchi elettronici, utilizzati dal malvivente per archiviare i dati relativi alle carte clonate, e altri skimmer. Il clonatore 46enne, dichiarato in arresto, è stato trattenuto in caserma in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU PRATI DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”63″]