Cocaina nei preservativi: fermato pacco indirizzato al Vaticano

0
105

Trecentoquaranta grammi di cocaina in forma liquida nascosta in 14 preservativi e indirizzata all’ufficio postale del Vaticano è stata sequestrata dai servizi doganali della Germania. L’episodio è stato confermato da un portavoce del ministero delle Finanze di Berlino, secondo cui la droga, proveniente dal Sudamerica, aveva un valore di 40.000 dollari ed è stata individuata a un controllo doganale all’aeroporto internazionale di Lipsia.

IL TENTATIVO DI ACCIUFFAMENTO – Dopo la scoperta, la polizia tedesca si è messa in contatto con quella della Città del Vaticano e ha fatto arrivare comunque il pacco all’ufficio postale di destinazione, nella speranza di poter intercettare la persona che si fosse fatto viva a reclamarlo. Ma l’intoppo non deve essere passato inosservato ai trafficanti, visto che alla fine non si è presentato nessuno sul luogo del ritiro. Investigatori e Interpol sono ancora al lavoro per identificare gli autori del fatto.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]