Prati, sente strano odore e scopre serra di marijuana

0
107

Un odore sospetto, ma molto forte, ha messo in allarme un uomo, abitante in un palazzo di via Caverni vicino alla circonvallazione trionfale, non lontano da piazza Mazzini. L’uomo che vive nel bel palazzo del quartiere Prati ha deciso di chiamare gli agenti del 113 per un sopralluogo. Anche gli agenti hanno percepito il forte aroma presente nelle scale e, insospettiti, hanno cominciato a verificare la situazione, cercando innanzitutto l’amministratore del palazzo.

SOSPETTI SU UN VICINO DI CASA “SCOMPARSO” – Ad aumentare i sospetti anche le dichiarazioni dell’uomo che ha chiamato il 113, secondo il quale un giovane inquilino del palazzo era sparito da diverso tempo. Raccolta una serie di informazioni e raccolte diverse testimonianze, le forze dell’ordine hanno dunque deciso di chiamare i vigili del fuoco per dare il via a un’operazione di controllo nell’appartamento del giovane. Ma proprio quando i pompieri erano ormai pronti a sfondare la porta dell’appartamento, sull’uscio si è presentato il giovane, un 30enne, che ha aperto la porta e stava benissimo.

GLI AGENTI CONTROLLANO UN APPARTAMENTO – Alle richieste degli agenti l’uomo ha acconsentito a un controllo all’interno della abitazione, risultando il coltivatore di 4 piante di marijuana di grandi dimensioni contenute all’interno di un sacco nero. Il ragazzo aveva anche un impianto per la coltivazione dell’erba e un altro sacco pieno di erba seccata e tritata. Al termine del sopralluogo il 30enne è stato arrestato per il reato di produzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU PRATI DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”63″]