Monte Mario, uccide la moglie e il figlio disabile

0
60
carcere-roma

Ha ucciso la moglie sparandole in testa e il figlio disabile soffocandolo con un cuscino. Poi ha chiamato il 113.

IL DELITTO – E’ successo questa mattina a Roma, in via Maria Pezzè Pascolato, dove un 75enne è stato arrestato dalla Polizia. Verso le 7, infatti, l’uomo ha telefonato alle forze dell’ordine autodenunciandosi per l’accaduto. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato Primavalle.

IL MOVENTE – Al momento gli investigatori stanno ascoltando il 75enne per ricostruire il movente del duplice omicidio. A quanto si apprende, il gesto sarebbe legato alla disperazione per una situazione ormai insostenibile, a causa della malattia della moglie di 64 anni e della disabilità del figlio 36enne. Un’altra tragedia si è consumata sempre a Roma, dove un 16enne svizzero è morto a causa di gravi ferite causate da un coltello.

IL FATTO – Il giovane, che si trovava con la scolaresca all’interno di un istituto di suore in via di Torre Rossa all’Aurelio, secondo le prime informazioni al momento dell’incidente stava giocando con l’arma.

L’INTERVENTO DEGLI AGENTI – Sul posto sono intervenuti il 118 e gli agenti del commissariato Aurelio, che indagano per ricostruire l’accaduto.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUEQUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]