Licia Colò perseguitata da un marocchino

«Era convinto di aver avuto una relazione e un figlio con me». Incubo per la conduttrice televisiva

0
233

Minacce e molestie a Licia Colò, oggi un immigrato marocchino è finito al processo dopo essere stato sorpreso a molestare la conduttrice televisiva. «Era convinto di aver avuto una relazione con me. Relazione da cui sarebbe poi nato un figlio che in pratica ha poi capito essere mia figlia a cui avrei fatti cambiar sesso». Questa la testimonianza della conduttrice.

LE ACCUSE – L’uomo è accusato di aver ossessionato con lettere di minaccia inviate in più occasioni la conduttrice televisiva Licia Colò, costituitasi parte civile nel processo.
Le molestie, durate oltre un mese, avvennero tra l’agosto e il settembre del 2009. Diverse le lettere spedite dall’uomo alla Colò, con riferimenti a presunti loro rapporti personali. Le lettere inoltre contenevano gravi minacce e l’avvertimento a «non prendere le cose alla leggera perchè la mia reazione sarà fatale e io non ti consiglio di provare». Oggi c’è stata la prima udienza davanti al giudice monocratico e probabilmente il processo si concluderà il 30 ottobre prossimo.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]

È SUCCESSO OGGI...

Roma, pusher massacrato con una mazza da baseball

Fratture multiple a gamba, braccio e parte del cranio. E’ l’esito della violenta aggressione avvenuta a Colle Salario la sera del 23 luglio scorso. Vittima, uno spacciatore della zona. Autore del gesto, un romano di 22 anni che...

Città Metropolitana, la scarsa trasparenza sui superstipendi dei dirigenti di un ente che...

La Città metropolitana di Roma è l'ente che ha ereditato le competenze della Provincia con qualche delega in più attribuita dalla Regione Lazio. Ma per dare una parvenza di democrazia, visto che nelle Città metropolitane  non si vota...
Incendio in un pub, evacuato lo stabile

Rogo Castel Fusano, terzo incendiario arrestato dai carabinieri

Una terza persona è stata sorpresa ieri pomeriggio ad appiccare il fuoco nella pineta di Castel Fusano. I Carabinieri del Gruppo Forestale di Roma hanno arrestato per incendio boschivo un 36enne iracheno, regolare sul...

L’associazione degli ambulanti in allarme scrive a Papa Francesco

I rappresentanti della categoria degli ambulanti d'Italia hanno sottoscritto ed inviato una lettera  a  Papa Francesco, inoltrata anche al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e alla presidentessa della Unione delle comunità ebraiche italiane, Noemi Di Segni. Nella...

«Paga o pubblico il video a luci rosse»: ragazza finisce in manette a Roma

I Carabinieri della Stazione Roma Prenestina hanno arrestato una cittadina etiope, di 28 anni, che aveva tentato di estorcere 30mila euro ad un uomo con il quale aveva avuto rapporti sessuali e durante i...