San Giovanni, morto nel letto di casa con contusioni e lividi: è mistero

Scoperto dai vicini di casa il corpo di un cittadino africano da tempo inserito nel condominio occupato

0
139

Nessuna ipotesi viene esclusa al momento dagli inquirenti dell’Esquilino che stanno indagando sulla morte di un cittadino nigeriano di 34anni trovato morto sabato in un appartamento di un palazzo occupato nella zona di Santa Croce in Gerusalemme. Sul corpo dell’uomo sono state trovate numerose contusioni sul viso e su un braccio, oltre a molti lividi. L’uomo si trovava ancora nel suo letto, e aveva addosso il pigiama della notte. A scoprire il cadavere e a dare il successivo allarme sono stati i vicini di casa che avevano perso le sue tracce da parecchie ore.

L’INTERVENTO DEI CONDOMINI – Sulla vicenda è intervenuta Action che ha ricostruito in parte la vicenda: “In merito al ritrovamento del corpo deceduto nello stabile occupato di via di Santa Croce, si precisa che era un abitante dello stabile e bene inserito nella comunità che da un anno vive ed abita lo stabile vuoto e occupato”. Lo comunica Action, che spiega: “Da tempo questa persona soffriva di un grave deficit neurologico conseguente a un incidente sul lavoro nel 2011 e per questo stamane, non vedendo la persona uscire dalla stanza, alcuni vicini hanno aperto la porta e lo hanno trovato ormai senza vita. Invitiamo quindi tutti gli organi di stampa e informazione a non avvallare altre ipotesi sui rilievi sul corpo ancora non confermati, oltre quella che sembra la piu’ consona ai fatti.

FAMILIARI IN ARRIVO – In questo momento i familiari del deceduto stanno raggiungendo il palazzo. La comunita’ di Santa Croce e di Action si stringe nel dolore di chi lo ha conosciuto e dei suoi familiari”.

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...