Roma, acquistava cellulari e tablet spacciandosi per un’altra persona

Si fingeva il titolare di una società realmente esistente: arrestato 58enne per truffa

0
134

Aveva preso in affitto un locale a Trastevere, aveva applicato un adesivo sull’insegna precedente e cambiato il nominativo sul citofono, apponendo quello di una società di allestimenti pubblicitari realmente esistente e iniziato così la sua attività truffaldina.

LA TRUFFA – L’uomo arrestato ieri dagli uomini della Polizia di Stato, originario della provincia di Sassari, ma residente a Cisterna di Latina, si spacciava a volte per il titolare della società di pubblicità altre volte per suo fratello, poi prendeva contatti con i referenti di diverse compagnie telefoniche per l’acquisto di telefoni cellulari e tablet, addebitando di fatto gli acquisti sul vero conto corrente della società in questione. Inoltre, per evitare che le persone contattate si rivolgessero al vero titolare, diceva che la società si stava trasferendo nella nuova sede di Trastevere di cui lui stesso era al momento referente unico.

IL SOSPETTO – Nel corso di un appuntamento con il responsabile di una nota compagnia di telefonia mobile, l’uomo ha fatto nascere dei sospetti al suo interlocutore, tanto da indurre quest’ultimo a contattare la società di allestimenti pubblicitari alla “vecchia” sede per avere chiarimenti dal presunto fratello della persona con la quale aveva avuto il colloquio.
A quel punto, svelato l’arcano, il vero titolare della società è andato a sporgere denuncia negli uffici del Commissariato Trevi.
Gli investigatori del Commissariato, dopo una serie di appostamenti e controlli incrociati sui recapiti telefonici lasciati dal malvivente, hanno individuato l’uomo e gli hanno teso una “trappola”. I poliziotti si sono presentati nella sede di Trastevere, fingendosi fattorini della ditta che effettua le consegne per conto della compagnia telefonica, e qui, avvenuta la consegna e ottenuta la firma sulla ricevuta sotto il falso nome, sono scattate le manette.
Il 58enne è stato arrestato con l’accusa di truffa e sostituzione di persona.
È successivamente emerso che lo stesso stava concludendo dei contratti anche con altre note compagnie di telefonia mobile.
Nel locale di Trastevere e nella sua abitazione sono state trovate numerose copie del documento di identità, autentico, del truffato, tutta la documentazione bancaria della società pubblicitaria, nonché la visura camerale della stessa. Oltre a tali documenti l’uomo aveva in casa un kit per l’assemblaggio di timbri e 28 travellers cheque, falsificati, per un valore di 14.000 dollari statunitensi.

[form_mailup5q lista=”newsletter generale”]

È SUCCESSO OGGI...

Sere d’incanto ai Castelli Romani

Un weekend all’insegna del relax, e con proposte soprattutto serali, come nella migliore tradizione dell’estate castellana. Meno “fitte” del solito ma alta qualità, ed accessibilità, le visite targate “Cose Mai Viste”. Domenica mattina 20 agosto...

Banconote false, arrestati due spacciatori di euro contraffatti

La coppia è stata fermata dai carabinieri di Ronciglione, in Via Tor Tre Teste a Roma, al termine di una complessa indagine. I fermati sono stati trovati in possesso di circa 4.000 euro di...

Miss Italia: le finali regionali agli Altipiani di Arcinazzo

La lunga maratona estiva della bellezza porta stavolta la carovana itinerante di Miss Italia sugli Altipiani di Arcinazzo, nell’alta valle del fiume Aniene, ai piedi dei monti Simbruini. Proprio dove termina la provincia di...

Campidoglio, ok dalla Giunta al Piano Cimiteri 2017-2021

Un programma d’investimenti serio per valorizzare il patrimonio storico-artistico, monumentale e ambientale dei cimiteri capitolini, attraverso progetti e interventi di manutenzione straordinaria e di riqualificazione a breve, medio e lungo termine, con l’obiettivo di...

Roma, carabinieri a caccia di “topi d’appartamento”

Proseguono con profitto i servizi rinforzati dei Carabinieri di Roma finalizzati a prevenire, e laddove necessario, reprimere eventuali fenomeni di illegalità diffusa. I militari, soprattutto nelle ore notturne, stanno attentamente vigilando anche sulle abitazioni dei...