Roma, mille chili di coca dal Sud America: 19 arresti

La droga dei colletti bianchi: maxi operazione della guardia di finanza

0
240
Roma, un box come “base” dello spaccio: due arresti

Finanzieri del Comando Provinciale di Roma, nell’ambito di complesse indagini sul traffico internazionale di sostanze stupefacenti partite dal litorale romano, stanno portando a termine una vasta operazione contro una consorteria criminale attiva nella Capitale che, in oltre 2 anni, ha importato dal Sud America 1.062 chili di cocaina destinata alla piazza romana.

 L’OPERAZIONE – Nell’operazione sono impiegati oltre 300 militari del II Gruppo Roma, supportati dai “Baschi Verdi” di Ostia e Roma, dalle unità cinofile antidroga e da un elicottero del Reparto Operativo Aeronavale di Civitavecchia. La rete dei mafiosi si era estesa anche in Svizzera e aveva solidi agganci in Germania

I VIAGGI DA ROMA A LUGANO – Il denaro veniva trasportato a mano da Roma a Lugano dove, tramite ‘colletti bianchi’ compiacenti, veniva ripulito trasformando la valuta in dollaro e poi, attraverso bonifici di piccolo taglio, trasferito in Brasile per il pagamento della droga. Un sistema con cui sarebbe stato inviato oltre 1,4 milioni di euro in pochi mesi per circa mille chili di cocaina destinati alle piazze romane. Le somme avrebbero raggiunto la Svizzera anche tramite la complicità di personale diplomatico del Congo. Lì il denaro subiva una prima ripulitura grazie ad una società di intermediazione finanziaria e poi raggiungeva un istituto di credito brasiliano dove, tramite alcuni prestanome, veniva consegnato ai fornitori della droga.

[form_mailup5q]

 

È SUCCESSO OGGI...