Roma, carabinieri trovano 122mila euro a casa di un insospettabile

L'uomo, una volta scoperto, ha tentato di corrompere le forze dell'ordine per eludere i controlli

0
223
Cronaca litorale

Nel corso di indagini nel mondo dello spaccio di sostanze stupefacenti, i carabinieri della Stazione Roma San Pietro sono giunti in un appartamento di via Roberto Ago, zona Valcannuta, dove sono stati rinvenuti 122.000 euro in contanti, una macchina conta soldi, un bilancino di precisione, tre pettorine con la scritta “Ama” ed alcuni arnesi utili all’apertura di porte blindate.

IL TENTATIVO – Il proprietario di casa, un 53 enne romano, è stato arrestato perché per evitare che i carabinieri effettuassero ulteriori controlli all’interno della sua abitazione, ha tentato di corromperli offrendogli una parte della somma di denaro trovata.

INDAGINI – Le indagini dei carabinieri di San Pietro proseguono per accertare la provenienza dell’ingente quantitativo di banconote rinvenute.
Ulteriori accertamenti sono in corso sul conto del proprietario di casa, sulle sue relazioni e circa il suo eventuale coinvolgimento in loschi traffici con la complicità di altri persone.
Accusato di tentata corruzione, l’arrestato è stato condotto presso il carcere di Regina Coeli.

[form_mailup5q lista=”newsletter generale”]

È SUCCESSO OGGI...