Caso Cucchi: inchiesta bis, chiesto giudizio per cinque carabinieri

0
418

La Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio di 5 carabinieri coinvolti nell’indagine bis sulla morte di Stefano Cucchi, il 32enne deceduto il 22 ottobre del 2009 all’ospedale Pertini, sei giorni dopo essere finito in manette per possesso di droga. Tre militari devono rispondere di omicidio preterintenzionale (aggravato dall’aver commesso il fatto con abuso dei poteri e con violazione dei doveri inerenti alle funzioni di ufficiali di polizia giudiziaria) per aver pestato Cucchi, il giorno del suo arresto, “con schiaffi, calci e pugni”, provocandogli una “rovinosa caduta con impatto al suolo della regione sacrale” e lesioni guaribili in almeno 180 giorni e in parte esiti permanenti, che, “unitamente alla condotta omissiva dei sanitari che avevano in cura Cucchi al Pertini”, poi hanno portato alla morte.
Nel procedimento bis sui cinque carabinieri, sono indicati quali parti offese i genitori di Stefano Cucchi (Giovanni e la moglie Rita Calore), la sorella Ilaria e i tre agenti della penitenziaria assolti nei precedenti gradi di giudizio.

Leggi anche: Scoperta choc dei vigili: trovato materiale altamente tossico

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...