L’allarme dei carabinieri: attenti alla truffa delle false forze dell’ordine

Ecco il decalogo antitruffa per evitare di rimanere vittime del raggiro

0
1662

Occhio alle truffe delle false forze dell’ordine. A lanciare l’allarme sono i carabinieri che consigliano a tutti i cittadini di diffidare da chi, qualificandosi come appartenente alle forze dell’ordine o anche ad altri enti o istituzioni, chieda denaro per evitare sanzioni o denunce, procedura non prevista per alcun tipo di illecito, e invitano, in caso si abbia qualsiasi dubbio, a non far entrare in casa nessuno e chiamare il numero unico di emergenza “112”, il cui operatore potrà certamente dare ogni utile indicazione per evitare di incappare in spiacevoli situazioni quali truffe e raggiri di vario genere.

“Le truffe e in particolar modo quelle in danno di vittime vulnerabili – spiegano i militari –, rappresentano un atto vile e spregevole perché per questi soggetti deboli, spesso soli, i danni sono di natura economica ma anche emotiva, con gravi effetti sulla loro vita sociale e anche sulla salute”. “L’attenzione dei carabinieri del comando provinciale di Roma – proseguono – è molto alta verso tale fenomeno, testimoniata dall’arresto di decine e decine di truffatori negli ultimi mesi e, sul fronte della prevenzione mettendo in campo numerose iniziative con campagne di informazione per venire incontro alla popolazione e sensibilizzare tutti sulla tematica delle truffe agli anziani.

A tal proposito il comando provinciale dei carabinieri ha avviato su tutto il territorio di Roma e Provincia, anche attraverso la collaborazione con amministrazioni comunali, parrocchie ed enti\associazioni locali, la promozione di una serie di incontri aperti alla popolazione e rivolti soprattutto alle fasce più deboli, nel corso dei quali vengono forniti preziosi consigli per evitare di incappare in furti, truffe o altri reati del genere, a cui tutti i cittadini sono invitati a partecipare. I carabinieri illustrano le principali tecniche truffaldine e i trucchi usati dai malfattori per entrare nelle case, spiegando loro come poter fronteggiare i rischi e quale comportamento assumere in caso di situazioni sospette. Un’azione diffusa e mirata per la prevenzione di reati molto insidiosi, anzitutto furti e truffe.

L’Arma raccomanda, inoltre, il massimo dialogo tra familiari giovani e anziani per favorire una reale sensibilizzazione preventiva, che può essere potenziata proprio dalla conversazione domestica sul tema. Sul sito internet istituzionale dei carabinieri e sul canale YouTube è possibile trovare il decalogo antitruffa per evitare di rimanere vittime di tali reati. Ve lo riproponiamo qui sotto.

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...