Detenuto 22enne si uccide in carcere

Si trovava a Regina Coeli per resistenza, lesione e danneggiamento

0
1159

Un detenuto italiano di 22 anni si è impiccato ieri sera nel carcere romano di Regina Coeli, utilizzando un lenzuolo legato alla grata del bagno. A darne notizia una nota Fns Cisl Lazio.

Il tutto è accaduto alle 23 nella seconda sezione terzo piano – sezione dove erano presenti 167 detenuti.

«Il giovane 22enne si trovava in carcere per resistenza, lesione e danneggiamento ed era internato. Aveva già creato problemi poiché era evaso dalla Rems ma era stato ripreso e ricondotto in carcere» spiega la nota.

«Purtroppo seppur il personale è intervenuto immediatamente nulla è servito a salvarlo. Il Carcere di Regina Coeli, come è noto, ha un sovraffollamento di più 289 detenuti. I detenuti presenti sono attualmente 911 rispetto ai previsti 622» si legge ancora.

E poi la nota conclude: «Pur apprezzando le nuove normative in tema di esecuzione penale, istituendo il  nuovo Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità, i risultati concreti tardano ad arrivare e nelle carceri resta il sovraffollamento».

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...