Roma, agente si aggrappa allo sportello di due pusher: incredibile arresto

0
901

E’ stato il coraggio di un agente del commissariato Esposizione, aggrappatosi letteralmente allo sportello di un’autovettura che non si era fermata all’alt, a fermare due spacciatori in via Silvio d’Amico, all’ostiense.

I malviventi,  dopo aver trascinato il poliziotto per alcuni metri, sono stati bloccati da un’altra pattuglia del commissariato mentre si stavano disfacendo di dosi di cocaina; perquisendo l’abitazione e il garage di uno di loro – dove gli investigatori hanno trovato anche il figlio – sono state sequestrate altre 120 dosi di cocaina. A finire in manette per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti sono stati G.E. di 53 anni, suo figlio G.F. di 25, e C.M. il complice di 33 anni.

Sono 3 dei 20 arresti effettuati negli ultimi giorni in diverse zone della capitale dalle pattuglie della Questura di Roma impegnate sul territorio.

Casilino la zona più “colpita” dove sono 6 gli spacciatori finiti in arresto.

A Torre Angela, gli agenti del Commissariato hanno sequestrato 300 grammi di cocaina suddivisa in 413 dosi, alcuni grammi di eroina, materiale per il confezionamento nonché 1500 euro in contanti nel corso di una perquisizione effettuata presso l’abitazione di C.G., romano di 25 anni e  C.M., 60enne di origini calabresi, entrambi arrestati.

E sempre a Torre Angela, D.N.S., durante un controllo è stato bloccato e trovato in possesso di  15 grammi di cocaina, nonché circa 100 euro in contanti .

Alla Borghesiana un 40enne tedesco, domiciliato a Roma, è stato arrestato in quanto trovato in possesso di alcune dosi di cocaina e circa 100 euro, provento dell’attività illecita.

Nel corso di una perquisizione effettuata presso un’abitazione di via della Bella Villa, gli agenti del Casilino hanno inoltre arrestato D.M., romano di 34 anni, trovato in possesso di 16 involucri contenenti cocaina e vari grammi di marijuana. Infine, un arresto effettuato anche degli agenti del Reparto Volanti, che in via dei Cochi, a Tor Bella Monaca, hanno bloccato L.S., romano di 26 anni, trovato con 60 dosi di cocaina nascoste negli slip ed una cospicua somma di danaro.

Controlli anche nella piazza di spaccio di San Lorenzo, dove a finire in manette ad opera degli uomini del Commissariato di zona è stato G.A., italiano di 29 anni; tenuto d’occhio da un po’ di tempo dagli investigatori in quanto sospettato di essere uno dei principali fornitori di droga della zona, nella sua abitazione i poliziotti, grazie anche al fiuto delle unità cinofile, hanno rinvenuto due zainetti all’interno dei quali vi erano 700 grammi di marijuana, diversi grammi di cocaina e varie “stecchette”  di hashish, nonché una cospicua somma di denaro.

Due pusher in arresto anche al Tufello, nel quadrilatero dello spaccio, dove gli uomini del Commissariato Fidene-Serpentara hanno bloccato, in due diverse operazioni, P.H., albanese di 25 anni, sorpreso con svariate dosi di cocaina e P.G., romano di 50 anni, anch’egli in possesso di  dosi di stupefacente, nascoste nelle scarpe.

Altri due pusher in manette a San Basilio, dove gli agenti del Commissariato di zona hanno arrestato in via Gigliotti P.V., romano di 58 anni, notato smerciare droga e trovato in possesso di svariate dosi di hashish e marijuana, mentre in una cantina  in via Pieve Bovigliana, di proprietà di T.A., i poliziotti hanno sequestrato 160 grammi di marijuana e 300 di hashish. Anch’egli è finito in manette.

Arresti anche a Trastevere, dove 3 marocchini, nel corso di controlli  a Ponte Sisto, sono stati trovati in possesso di dosi di hashish pronte per lo smercio. Ad operare, in questo caso, gli agenti del Commissariato di zona.

Due arresti anche all’Esquilino, dove gli agenti del Commissariato di zona hanno arrestato in piazza Vittorio K.A., 19enne nativo del Gambia, sorpreso in flagranza mentre vendeva ad un cliente dosi di hashish e marijuana e P.L., romano, 24 anni, che spacciava dosi di stupefacente nei giardini “Nicola Calipari”.

Ultimo arresto, infine, in via Carlo Alberto, nella zona del Commissariato Viminale, dove i poliziotti hanno arrestato S.A., 26 anni, originario del Mali, trovato con 170 grammi di hashish e 75 di marijuana.

(foto d’archivio)

 

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...