Paura a bordo: scappa dall’aereo e arriva la polizia. Ma la causa è una lite di coppia

A raccontare l'incredibile vicenda è stato il candidato sindaco di Palermo Ismaele La Vardera

0
995

“In diretta dall’aereo Palermo-Roma, un signore improvvisamente si alza e se ne va, le porte sono ancora aperte. Questa cosa fa entrare nel panico diverse persone che chiedono intervento della polizia che sta cercando di capire cosa sta accadendo”. A raccontare in diretta online l’incredibile vicenda accaduta ieri è stato Ismaele La Vardera, candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative di Palermo.

Il comportamento di quel misterioso passeggero, improvvisamente scappato via dall’aereo, aveva comprensibilmente messo in allarme molte persone. Il comandante, però, ha proseguito La Vardera, “rassicura che sono state messe in atto tutte le procedure di sicurezza del caso e che si può partire. Molti preoccupati vogliono capire cosa sta accadendo. Dopo mezz’ora il comandante prende la parola: ‘la polizia ci informa che il ragazzo ha abbandonato l’aereo perché ha litigato con la sua ragazza’. Applauso generale di distensione”.

E la presenza della polizia? Semplice: finché non iniziano le procedure di decollo e le porte non vengono chiuse ogni passeggero ha il diritto di scendere dall’aereo ma, una volta in pista, deve essere accompagnato in aeroporto dal personale della polizia.

Resta invece insoluto il mistero di cosa possa mai aver detto lei al suo ragazzo per scatenare in lui una simile reazione. Ma ricorda un po’ una vecchia battuta: “Il sesto giorno Dio creò l’uomo. Poi creò la donna. Poi creò di nuovo l’uomo, che l’altro era scappato”. E, a volte, la realtà finisce per superare la fantasia.

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...